Israele è monarchia

A.J.C 6 dicembre, DEMANDE DE DONS POUR LES ENFANTS DE LA RUE - LES DÉMUNIS ET ETC... A L'OCCASION DES FÊTES DE FIN D’ANNÉE!
En l'occasion des fêtes de fin d'année,ne me dites pas que vous allez continuer de vous endurcir sans rien offrir à ses enfants de la rue et ses enfants démunis je vous en prie!
ça fait des mois que je demande du soutient et une aide pour eux,mais personne n'a fait aucun don jusqu'à présent à leur égard.
ils ont besoin de vos dons enfin de pouvoir se vêtir et manger même pour une seule fois.
j'attends donc vos dons volontaires en nature ou matériels,écrivez moi inbox dans ma messagerie facebook!
mon adresse complète:
nom complet:youmbi keune antony stephen
pays: Cameroun
ville: Douala
soyez bénis au nom de jésus christ!
A.J.c 6 dicembre
Appello ai donatori BAMBINI DI STRADA - I POVERI E ECC... OCCASIONE DELLA le vacanze di Capodanno!
In occasione delle festività natalizie, non dirmi che si continuerà a indurire senza offrire nulla ai suoi bambini di strada e bambini privati per favore!
è stato mesi che chiedo il sostegno e l'assistenza per loro, ma nessuno ha finora nessun regalo per loro.
hanno bisogno le vostre donazioni finalmente essere in grado di vestire e mangiare anche una sola volta.
Accolgo quindi con favore le vostre donazioni volontarie in natura o, me scrivere nella mia casella di posta di facebook!
il mio indirizzo completo:
Nome completo: stephen Youmbi Keune antony
Nazione: Cameroon
Città: Douala
benedetto sia il nome di Gesù Cristo!
A.J.C
20 novembre
I invite people of good will to please contact me, have pity on these poor orphans - street children - disabled - poor widows - prisoners - old people abandoned!
we must abound in love and help within our means as recommadations of our Lord Jesus Christ, we must not be rich to help others please: we must give the little we have without simplifying and joy as God wants and that GOD loves!
To all those who want to talk about it (contact me via my inbox Facebook- messaging that want to contribute either material (clothing - shoes and etc...) and according to their financial means, my complete contact is:
Youmbi keune antony stephen
Country: Cameroon
City: Douala
To those who would be partners Finally, we extend this carritative Association in my country and around the world, I would be happy to welcome you in my country (Cameroon) Finally, we talked about and realize that all this great work for the glory of God alone.
You know in my country, for the government or big business and helps you finance your association would require you to be part of a circle or sect; I tell you because I have sought and introduced my funding request to the social ministry of my country since 2011, but no new to this day.
May GOD bless you and keep you in the name of Jesus Christ!
 Piace a Maria Giovanna Firinu.
 Lorenzo Scarola
A.J.C
20 novembre
I invitare le persone di buona volontà a prega di contattare me, abbi pietà di quei poveri orfani - i ragazzi di strada - disabili - povere vedove - prigionieri - vecchi abbandonati!
dobbiamo abbondare in amore e aiuto all'interno dei nostri mezzi come recommadations del nostro Signore Gesù Cristo, non dobbiamo essere ricchi per aiutare gli altri prego: dobbiamo dare il poco che abbiamo, senza semplificare e gioia come Dio vuole e che Dio ama!
A tutti coloro che vogliono parlarne (contattarmi tramite il mio inbox di messaggistica Facebook- che vogliono contribuire sia materiale (abbigliamento - calzature ed ecc...) e secondo i propri mezzi finanziari, il mio contatto completo è:
Youmbi antony Keune stephen
Nazione: Cameroon
Città: Douala
A coloro che sarebbero partner, infine, estendiamo questo carritative Association nel mio paese e in tutto il mondo, sarei felice di darvi il benvenuto nel mio paese (Camerun) Infine, abbiamo parlato e rendersi conto che tutto questo grande lavoro per la gloria di Dio solo.
Sai nel mio paese, per il governo o le grandi imprese e consente di finanziare la vostra associazione che richiedono di essere parte di un cerchio o di setta, io vi dico, perché ho cercato e ha introdotto il mio richiesta di finanziamento al ministero sociale del mio paese dal 2011, ma non nuovo a questo giorno.
Che Dio vi benedica e vi mantenere nel nome di Gesù Cristo!
A.J.C
20 novembre
j'invite donc les âmes de bonne volonté de bien vouloir me contacter,d'avoir pitié de ces pauvres orphelins - enfants de la rue - les handicapées - les veuves pauvres - les prisonniers - les vieilles personnes abandonnés!
nous devons abonder en amour et leur venir en aide selon nos moyens selon les recommandations de notre seigneur Jésus Christ,il ne faut pas être riche pour aider son prochain je vous en prie:nous devons donner le peu que nous avons sans simplifier et avec joie comme DIEU le veut et que DIEU aime!
A tous ceux qui veulent qu'on en parle(contactez-moi inbox via ma messagerie facebook- qui veulent apporter leur contribution soit matérielle(vêtements - chaussures et etc...) et financière selon leur moyen,mon contact complet est:
youmbi keune antony stephen
pays: Cameroun
ville: Douala
A ceux qui voudraient être des partenaires enfin que nous étendions cette association carritative dans mon pays et à travers le monde entier,je serais heureux de vous accueillir dans mon pays(le Cameroun)enfin que nous en parlions et que les réalisons ensemble cette grande œuvre pour la gloire de DIEU seul.
Vous savez dans mon pays,pour que le gouvernement ou les grandes entreprises vous aide et finance votre association,il faudrait que vous fassiez partie d'un cercle ou d'une secte;je vous le dis parce que j'ai demandé et introduite ma requête de financement au ministère social de mon pays depuis 2011,mais pas de nouvelle jusqu'à ce jour.
Que DIEU vous garde et vous bénisse au nom de Jésus christ!
A.J.C
20 novembre
Da quando ho creato questa pagina per orfani - i bambini della strada - i prigionieri - i disabili - vedove povere e anziani, infine abbandonata per sostenerli e aiutarli a venire insieme e materiale implicazione e finanziaria con i miei fratelli e sorelle in Cristo in tutto il mondo, non ho ricevuto alcun regalo o qualsiasi assistenza finanziaria o materiale a chiunque!
Ho anche faccia a faccia falsi false promesse da parte di alcuni dei miei fratelli e sorelle in Cristo, non posso dimenticare di menzionare che alcuni pettegolezzi di gossip sono su di me: in breve, ciò che è in e certo è ciascuno di noi renderà conto a Gesù Cristo per le sue azioni e le sue azioni nel Giorno del Giudizio. Se qualcuno fa pettegolezzi su di me falsamente al fine di distruggere la mia reputazione e la mia integrità, il Signore Gesù Cristo, chiederà il conto.
Inoltre, esorto i miei detrattori continuano a calunnie su di me, più si backbite più ho vinto il favore di Dio, perché è importante nelle parole degli apostoli, "è quello di piacere a Dio e non uomo "e io ho la coscienza pulita di fronte a Dio.
A.J.C
20 novembre
Since I created this page for orphans - children of the street - the prisoners - the disabled - poor widows and old people finally abandoned to support them and help them come together and material implication and financial with my brothers and sisters in Christ around the world, I have not received any gift or any financial or material assistance to anyone!
I even face to face false false promises on the part of some of my brothers and sisters in Christ, I can not forget to mention that some gossip gossips are about me: in short, what is on and certain is each of us shall give account to Jesus christ for his actions and his actions on the Day of judgment. If someone makes gossip about me falsely in order to destroy my reputation and my integrity, the Lord Jesus Christ will ask the account.
Besides, I urge my detractors continue to slander about me, the more you backbite more I win the favor of God, for it is important in the words of the apostles, "is to please God and not human "and I have a clear conscience before God. A.J.C
20 novembre
Depuis que j'ai crée cette page en faveur des orphelins - des enfants de la rue - des prisonniers - des handicapés - des veuves pauvres et des vieilles personnes abandonnés enfin de les soutenir et les venir en aide en collaboration et l'implication matérielle et financière avec mes frères et soeurs en christ de par le monde entier,je n'ai reçu aucun don ou aucune aide matérielle ou financière de qui que ce soit!
j'ai même du faire face face à des fausses promesses mensongères de la part de certains de mes frères et soeurs en christ,je ne saurais oublier de mentionner la médisance que certaines mauvaises langues font à mon sujet:bref,ce qui est sur et certain c'est chacun de nous rendra compte à Jésus christ pour ses actes et ses agissements au jour du jugement dernier. Si quelqu'un à fait de la médisance à mon sujet faussement dans le but de détruire ma réputation et mon intégrité,le seigneur Jésus Christ le demandera des comptes.
D'ailleurs j'exhorte mes détracteurs de continuer de médire à mon sujet,plus vous médisez plus je gagne la faveur de DIEU:car ce qui est important comme le disait les apotres,"c'est de plaire à DIEU et non aux humains",et j'ai la conscience tranquille devant DIEU.
A.J.C
31 ottobre
Per mesi Chiedo aiuto dai miei fratelli e sorelle in Cristo, ma nessuno mi aiuta!
Ho bisogno di sostegni finanziari per pagare ogni mese e la mia connessione a predicare facebook - Twitter - Netlog e Skyrock
Ho bisogno di Bibbie per la distribuzione gratuita ai fedeli cristiani qui nel mio paese, la maggior parte dei fedeli nelle chiese non hanno una Bibbia e non hanno soldi per comprare una Bibbia: Donazione Bibbia che io do per libero è una grande benedizione per favore.
Ho bisogno di penne e registri penna per registrare e scrivere prediche, questi sono i sermoni ho predicato su facebook - Twitter - Netlog - Skyrock
Ho anche bisogno di vecchi vestiti e scarpe che si gettano nel vostro paese in Europa per me e distribuirle ad altri bambini di strada e poveri (giacche completi e abiti che vedete me indossare è stato dato a me come dono lo scorso anno 2013 da un fratello in Cristo che vive in Francia).
Quindi chiedo a tutte le persone di buona volontà a favore fatemelo sapere e contattarmi tramite il mio messaggistica di facebook. Non semplificare il vostro supporto finanziario o attrezzature per il buon funzionamento di questo oauvre e questo ministero affidatomi da Dio attraverso la rivelazione (perché non sono stato unto dagli uomini, ma sono diventato un servitore di Cristo per rivelazione Dio ha rivelato a me molte volte in visioni)
ecco il mio indirizzo completo:
Nome: Youmbi antony Keune stephen
Paese: Camerun
Città: Douala
Non ho una casella di posta, aprire una casella postale o un conto in banca è troppo costoso qui e io non sono che un umile servo di Dio che si sacrifica per svolgere la sua missione di evangelizzazione.
essere abbondantemente benedetti nel nome di Gesù Cristo!
A.J.C
25 ottobre
"PURITY OF MIND AND EASE OF INTENT!"
It rises from the ground with two wings: the SIMPLE and PURE.
-The SIMPLICITY mark must INTENTIONS
-The PURITY the CONDITIONS = LOVE.
SIMPLICITY tend toward God, PURITY joins and takes delight.
No "good action" will be difficult for you if your heart is free of any disorderly CONDITION; it is the same in a lasting relationship and marriage.
If you're looking for and referred the "good pleasure of God" and the service of others, you will enjoy the freedom of heart.
If your heart was straightforward, all creatures become "mirror of life and holy book of knowledge."
There is no creature so small and vile if it does not show the "goodness of God"!
If your heart was GOOD and PUR, you would see and you understand everything without difficulty.
PUR core penetrates Heaven and Hell. The judgments made by each are in the image of his heart.
If there is joy in the world (true joy = happiness), it is the human who owns Pure heart.
And if there is somewhere test - big disappointment and anguish, the designated lot of Consciousness Incorrect - hearts full of detours, perversity and living a lie.
Iron on the fire loses its rust and becomes glowing all: so he who turns to God is entirely drawn from his torpor and changed to "NEW MAN".
A.J.C
25 ottobre
"Purezza di mente e FACILITA 'DI INTENTI!"
Sorge da terra con due ali: il semplice e puro.
-Il Marchio SEMPLICITÀ deve INTENZIONI
-Il PUREZZA l'CONDIZIONI = AMORE.
SEMPLICITÀ tendono verso Dio, la purezza si unisce e si diletta.
No "buona azione" sarà difficile per te se il tuo cuore è libero da qualsiasi condizione disordinata, ma è lo stesso in un rapporto duraturo e il matrimonio.
Se siete alla ricerca di e di cui il "beneplacito di Dio" e al servizio degli altri, potrete godere della libertà di cuore.
Se il tuo cuore era semplice, tutte le creature diventano "specchio di vita e libro sacro della conoscenza."
Non c'è creatura così piccola e vile, se non mostra la "bontà di Dio"!
Se il tuo cuore era buono e PUR, vedreste e si capisce tutto senza difficoltà.
Nucleo PUR penetra Paradiso e Inferno. Il giudizio emesso da ciascuno sono a immagine del suo cuore.
Se c'è gioia nel mondo (vera gioia = felicità), è l'uomo che possiede il cuore puro.
E se c'è qualche prova - grande delusione e l'angoscia, la partita indicata di coscienza errati - il cuore pieno di deviazioni, perversione e di vivere una menzogna.
Di ferro sul fuoco perde la sua ruggine e diventa incandescente tutto: così anche colui che si rivolge a Dio è interamente tratto dal suo torpore e cambiato in "uomo nuovo".
A.J.C
25 ottobre
"PURETE D'ESPRIT ET SIMPLICITE D'INTENTION"!
On se soulève de la terre avec deux ailes:la SIMPLICITE et la PURETE.
-La SIMPLICITE doit marquer les INTENTIONS
-La PURETE les AFFECTIONS=L'AMOUR.
La SIMPLICITE tends vers DIEU,la PURETE le rejoint et s'en délecte.
Aucune "bonne Action" ne te sera difficile si ton coeur est libre de Toute AFFECTION désordonnée;cela va de même dans une relation amoureuse durable et le mariage.
Si tu ne vises et ne cherches que le "bon plaisir de DIEU" et le service du prochain,tu jouiras de la liberté du coeur.
Si ton coeur était sans détours,toute créature deviendrait "miroir de vie et livre de sainte connaissance".
Il n'y a pas de créature si petite et si vile qu'elle ne manifeste pas la "bonté de DIEU"!
Si ton coeur était BON et PUR,tu verrais et tu comprendrais tout sans difficulté.
Un coeur PUR pénètre Ciel et Enfer. Les jugements portés par chacun sont à l'image de son coeur.
S'il existe de la joie dans le monde(la véritable joie=bonheur),c'est l'humain au coeur Pur qui la possède.
Et s'il existe quelque part,épreuve - angoisse et grosse déception,c'est le lot désigné de la Conscience Mauvaise - des coeurs pleins de détours,de perversité et vivant dans le mensonge.
Le fer mis au feu perd sa rouille et devient tout incandescent:ainsi celui qui se tourne tout entier vers DIEU est tiré de sa torpeur et changé en "HOMME NOUVEAU".
A.J.C
20 ottobre
Sapevo che c'erano bugiardi tra i miei fratelli e sorelle in Cristo, non mi sorprende quando dico che siete chiamati falsi cristiani e molti su facebook!
Io non sono deluso come i vostri atteggiamenti pagani, si parla di Dio, ma le tue opere dire altrimenti, vorrei solo consigliare di pentirvi veramente a Dio, da parte mia mi aspetto più nulla di voi, come molti di voi m hanno fatto false promesse, Dio stesso sarà davvero i conti.
1Mi piace · · Condividi
A.J.C
24 settembre
Impara come aiutare i poveri intorno a te in particolare a quei fratelli e sorelle in Cristo!
Deuteronomio 15: 7-8
"... Tu non indurire il tuo cuore e non si può chiudere la mano al tuo fratello povero. Invece, tu apri la mano a lui e tui prêtra lui sufficiente per i suoi bisogni."
Deuteronomio 15: 9-10
"... Fare attenzione a non avere un look sporco al tuo fratello povero che non danno nulla. Griderà per l'eterno contro di te e ti chargerais un peccato. Dategli che il tuo cuore non mente per farlo, come conseguenza di questo, l'Eterno, il tuo Dio ti benedirà in ogni lavoro e in tutti i vostri sforzi "
Deuteronomio 03:11
"Ci saranno sempre persone povere del paese è per questo che io vi comando. Tu sarai Apri generosamente la mano al tuo fratello, che vive in miseria e povertà..."
Proverbi 28:27
"Chi dona al povero non conosce la miseria, ma quegli che fuggivano i suoi occhi sono maledisse con una maledizione"
Proverbi 3: 27-28
"Non negare un beneficio coloro che hanno diritto a quando si ha il potere di concedere esso non dire al tuo prossimo. Andare e venire, domani vorrei dare quando si ha qualcosa da dare."
Proverbi 15: 5
"Mocking il povero insulta il suo creatore..."
Proverbi 19:17
"" Chi dà al povero presta supporto alla benedizione eterna, che farà il suo "
Proverbi 22: 9
"L'uomo con occhio vigile sarà benedetto, perché egli dona il pane ai poveri = più bassi"
Ebrei 01:16
"E non dimenticate di fare il bene e di aiutarsi a vicenda, perché è tale sacgrifice che Dio si compiace"
1 Tessalonicesi 3:13
"Quando voi fratelli e sorelle, non trascurare di fare il bene"
Galati 6: 9-10
"Non dimenticate di fare il bene, a suo tempo mieteremo, se non ci stanchiamo. Ebbene, mentre abbiamo l'occasione, fare del bene a tutti, specialmente ai fratelli e alle sorelle nella = la fede in Cristo. "
1 Giovanni 3: 16-18
"... anche noi dobbiamo dare la vita per coloro che amiamo (fratelli e sorelle in Cristo). Qualcuno che ha ricchezze di questo mondo e vedendo il suo fratello in necessità e chiude il suo cuore a lui, come il l'amore di Dio possa dimorare in lui? figlioli, non amiamo a parole né con la lingua, ma coi fatti e nella verità. "
1 Giovanni 4: 20-21
"Se qualcuno dice:" Io amo Dio ", come egli odia il proprio fratello che ha visto, come può amare Dio che non vede?... Chi ama Dio, ami anche il suo fratello"
1 Giovanni 4: 7-8
"Carissimi, amiamoci gli uni gli altri, perché l'amore è da Dio e chiunque ama è nato da Dio. Chi non ama non ha conosciuto Dio, perché Dio è amore"
Per mesi Chiedo aiuto dai miei fratelli e sorelle in Cristo, ma nessuno mi aiuta!
Ho bisogno di sostegni finanziari per pagare ogni mese e la mia connessione a predicare facebook - Twitter - Netlog e Skyrock
Ho bisogno di Bibbie per la distribuzione gratuita ai fedeli cristiani qui nel mio paese, la maggior parte dei fedeli nelle chiese non hanno una Bibbia e non hanno soldi per comprare una Bibbia: Donazione Bibbia che io do per libero è una grande benedizione per favore.
Ho bisogno di penne e registri penna per registrare e scrivere prediche, questi sono i sermoni ho predicato su facebook - Twitter - Netlog - Skyrock
Ho anche bisogno di vecchi vestiti e scarpe che si gettano nel vostro paese in Europa per me e distribuirle ad altri bambini di strada e poveri (giacche completi e abiti che vedete me indossare è stato dato a me come dono lo scorso anno 2013 da un fratello in Cristo che vive in Francia).
Quindi chiedo a tutte le persone di buona volontà a favore fatemelo sapere e contattarmi tramite il mio messaggistica di facebook. Non semplificare il vostro supporto finanziario o attrezzature per il buon funzionamento di questo oauvre e questo ministero affidatomi da Dio attraverso la rivelazione (perché non sono stato unto dagli uomini, ma sono diventato un servitore di Cristo per rivelazione Dio ha rivelato a me molte volte in visioni)
ecco il mio indirizzo completo:
Nome: Youmbi antony Keune stephen
Paese: Camerun
Città: Douala
Non ho una casella di posta, aprire una casella postale o un conto in banca è troppo costoso qui e io non sono che un umile servo di Dio che si sacrifica per svolgere la sua missione di evangelizzazione.
essere abbondantemente benedetti nel nome di Gesù Cristo!
========================
è TRAGICO, pensare: COME: nelle Scuole e nei luoghi pubblici: sia il Crocifisso, che, il Presepe, sono tutelati dalla legge, perché, non rappresentano una religione, ma, rappresentano: i simboli culturali e storici: delle vere radici della laica: pluralista, umanistica, tollerante, civiltà Occidentale, eppure: il consociativismo massonico, relativismo: delle sinistre: ideologia GENDER; hanno fatto sparire questi simboli: e si sono opposti alla VERITà della storia, anche nella Costituzione Europea: dei pedo-pornografi, ed è per questo: che: è il motivo per cui: tutti i satanismi, e ogni maleficio si stanno diffondendo nella nostra società! una società: afflitta da usurai Merkel Bildenberg: che ci hanno rubato la sovranità monetaria e ci stanno portando al genocidio!
 Lorenzo Scarola A.J.C amen! ma no "salam" islamista nel mio gruppo. https://www.facebook.com/permalink.php... [ lol. anche se la LEGA ARABA sono degli assassini seriali protetti da Onu USA i satanisti CIA? questo non vuol dire: che: un "salam" può essere islamico! infatti: Abd Allah dell'Arabia Saudita, Āl Saʿūd. King Abdullah, ed Erdogan: prima di uccidere: centinaia: di: cristiani martiri innocenti, ogni giorno, in tutto il mondo: con la sua shariah: galassia terrorismo? lui uccide tanti musulmani laici: insieme a loro, anche!
=============================
apologetica sulla IMMACOLATA CONCEZIONE https://www.facebook.com/groups/282434685282906/316040158589025/?notif_t=group_activity [ SANA DOTTRINA BIBLICA ] Gesù: COME IL VERBO IN DIO JHWH: è Dio: INFINITAMENTE SANTO, non è una creatura, che, LUI potrebbe sfiorare il peccato! Certo Eva: era senza peccato originale nel paradiso terrestre: infatti, il suo: ed il nostro: è chiamato: "peccato originale", quindi: la relativa santità di Maria: come creatura, poteva essere esentata dal peccato originale: pur uscendo da genitori: peccaminosi, come noi! ma, questa transizione: per colui che: è il SENSO di tutte le cose: ripeto questa Transizione: per l'Agnello di Dio: Gesù di Betlemme: a motivo della sua Infinita santità: non era possibile!
=========================
Roberto Ruppolo https://www.facebook.com/roberto.ruppolo?fref=ufi [[ IO NON VOGLIO UMILIARE LA IGNORANZA TEOLOGICA DELLE PERSONE, MA PRIMA DI DIRE CAZZATE IN PUBBLICO: QUALCUNO DOVREBBE FARE DOMANDE, INFORMARSI, ECC..! QUINDI, GESù CHE HA RICHIESTO IL BATTESIMO DI PURIFICAZIONE DA GIOVANNI BATTISTA, QUESTO VUOL DIRE CHE ANCHE LUI ERA UN PECCATORE? NON BISOGNEREBBE METTERE LE COSE SANTE: DAVANTI AI CANI! ]] Roberto Ruppolo DICE: " Dimostrazione biblica, quindi la migliore: Maria dopo la nascita di Gesù è andata a offrire i piccioni e le tortore come sacrificio. Con tanti saluti all'immacolata concezione del piffero. https://www.facebook.com/groups/282434685282906/316040158589025/?notif_t=group_comment_reply
Are You Saved?
"Satan, who is the god of this world, has blinded the minds of those who don't believe. They are unable to see the glorious light of the Good News. They don't understand this message about the glory of Christ, who is the exact likeness of God." 2 Corinthians 4:4 (NLT). "Christ is the visible image of the invisible God. He existed before anything was created and is supreme over all creation." Colossians 1:15 (NLT). The Old Testament in the bible points ahead to Jesus and the New Testament points back to Jesus Christ. "In the beginning, the Word already existed. The Word was with God, and the Word was God." John 1:1 (NLT). "Jesus came and told His disciples, "I have been given all authority in heaven and on earth." Matthew 28:18 (NLT).
Salvation came to the world through the Son of God, Jesus (Yeshua). "For God loved the world so much that He gave His one and only Son, so that everyone who believes in Him will not perish, but have eternal life." John 3:16 (NLT). "So the Word became human and made His home among us. He was full of unfailing love and faithfulness. And we have seen His glory, the glory of the Father's One and Only Son." John 1:14 (NLT). Jesus is our only way to Heaven! "There is salvation in no one else! God has given no other name under heaven by which we must be saved." Acts 4:12 (NLT). "Jesus told him, "I am the Way, the Truth, and the Life. No one can come to the Father except through Me." John 14:6 (NLT).
Have You accepted Jesus Christ (Yeshua) as your Savior? It is not a difficult procedure! "If you confess with your mouth that Jesus is Lord and believe in your heart that God raised Him from the dead, you will be saved." Romans 10:9 (NLT). Repent of your sins and go to the Messiah (Jesus). "This is good and pleases God our Savior, Who wants everyone to be saved and to understand the truth. For there is only One God and One Mediator, who can reconcile God and humanity--the man Christ Jesus." 1 Timothy 2:3-5 (NLT). Are You Saved?
Bob Akins Faith House Ministries Int'l Bob Akins, Proclaiming Jesus Christ to the World
Faith House Ministries International Apollo Beach Florida USA
=======================
QUESTA è LA PIù GRANDE MATTANZA DI CRISTIANI: CHE, BESTIE DI SATANA: 322 BUSH, MERKEL, BILDENBERG, 666 ROTHSCHILD: OBAMA GENDER: L''ANTICRISTO: STANNO PERMETTENDO ED INCORAGGIANDO, DI FARE, ALLA LEGA ARABA NAZI ONU SHARIAH! ISLAMICI LI UCCIDONO, PERSEGUITANO, CACCIANO, GLI ETIOPI, ECC.. E, POI, LORO FANNO IL COMMERCIO DEGLI SCHIAVI.. TUTTI I DISPERATI, CHE, ISRAELE NON è IN GRADO DI POTER ACCOGLIERE! E POI: IL DEMONIO MAOMETTO DI: Abd Allah dell'Arabia Saudita, Āl Saʿūd. King Abdullah, LUI SI SCANDALIZZA, SE: IL sig. LORENZO SCAROLA, QUALCHE VOLTA, SPIEGA IL VANGELO! MA, IL SALAFITA, ASSASSINO SERIALE MANIACO RELIGIOSO: DEL FALSO PROFETA ESOTERICO: PIENO DI DEMONI E SPIRITI GUIDA, BORDELLO PRIVATO: DI PEDOFILO POLIGAMO OTTOMANO MAOMETTANO, LUI NON DEVE DIMENTICARE, CHE: è UNIUS REI, A NON AVERE UNA RELIGIONE (anche perché nel regno di JHWH: non ci sono religioni), E NON L'UOMO LORENZO SCAROLA.. Settanta migranti etiopi sono annegati nel naufragio di un'imbarcazione al largo delle coste dello Yemen, all'ingresso del Mar Rosso. Lo rende noto il ministero dell'Interno yemenita. La barca che trasportava i migranti clandestini del Corno d'Africa si è capovolta al largo di Al Makha, città portuale nei pressi dello stretto di Bab al-Mandeb. La causa del naufragio sarebbe stata il maltempo. Non ci sarebbero superstiti. http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2014/12/08/yemen-70-morti-in-naufragio-migranti_65913a1b-04f5-4582-a0c7-49bc61634644.html
https://www.facebook.com/roberto.ruppolo?fref=ufi Roberto Ruppolo dice: "Lorenzo Scarola, manco pensavo servisse citare i passi della Scrittura, tanto banale è la questione. Comunque ecco: Levitico 12:1-8; Luca 2:21-24. ] TU SEI ERETICO! [ tu non conosci il proverbio che, dice: "errare è umano, perseverare è diabolico?" con la rispostaccia che, io ti ho dato in precedenza? tu avresti dovuto essere più prudente! ] SE, MARIA AVEVA BISOGNO DI PURIFICAZIONE? TU SEI MORTO NEI TUOI PECCATI: POICHé: NON C'è NESSUNO, CHE, PUò SODDISFARE LA LEGGE! "lo SPIRITO SANTO: scenderà su di te, e la POTENZA dell'Altissimo, ti coprirà con la sua OMBRA. Perciò, colui che nascerà da te: sarà SANTO: e sarà chiamato Figlio di DIO!"Luca 1,35... Se, Gesù avesse avuto un solo peccato: il suo SACRIFICIO espiatorio, non avrebbe mai potuto essere INFINITO ED ETERNO! E SE, MARIA FOSSE STATA CONTAMINATA, DAL PARTO DI GESù: NESSUNO DI NOI AVREBBE, MAI: E POI MAI: POTUTO ANDARE IN PARADISO! [ Il post è stato rimosso Il post o l'oggetto che stavi commentando è stato rimosso dal proprietario e non può essere più commentato. ] https://www.facebook.com/groups/282434685282906/316040158589025/?notif_t=group_comment_reply
Roberto Ruppolo Lorenzo, la donna partoriente resta impura a seguito del parto, quindi che c'entra tutto il tuo discorso?
Lorenzo Scarola DIO SANTIFICA OGNI COSA! SE, BAMBINI NASCEVANO NEL PARADISO TERRESTRE? NON CI SAREBBE STATO BISOGNO DI NESSUN RITO DI PURIFICAZIONE! NON C'è UNA RELIGIONE IN DIO: O NEL REGNO DI DIO!
NON C'è UNA CONTAMINAZIONE CHE AVREBBE POTUTO PORTARE L'INFINITAMENTE SANTO A SUA MADRE.. SE è VERO CHE TU CREDI DI ESSERE UN CRISTIANO!
Stefano Ferrero https://www.facebook.com/nayax79?fref=nf
18 novembre alle ore 14.04 · Roma
DOMANDA IMBARAZZANTE PER I LEADER DI CHIESA
Come mai nessun leader di nessuna chiesa evangelica italiana ha preso posizione pubblica contro la appartenenza dei propri membri alla massoneria e sulla incompatibilità totale tra cristianesimo e massoneria?
(Che io sappia è così, ma sarò felice di essere smentito).
 Filomena Mastrantonio perchè non fanno audience....
 18 novembre alle ore 15.58 · Mi piace
 Stefano Ferrero Basterebbe dichiarare due cose: 1) I membri di questa chiesa non possono essere massoni. 2) La massoneria non è compatibile con il cristianesimo. Non mi sembra siano concetti troppo complessi
 18 novembre alle ore 16.24 [[ No Permission to Add Comment or Trying to Comment on Deleted Post
Sorry, you may not have permission to add this comment or the original post may have been deleted. ]]
 Lorenzo Scarola NON C'è NESSUNA POSSIBILITà PER UN MASSONE, O PER UN VESCOVO, CHE, HA AMICI MASSONI: DI POTER ENTRARE IN PARADISO: INFATTI, OGNI GIORNO, IL CESTINO DI PADRE PIO, SI RIEMPIVA DI DOCUMENTI CERTIFICATI: DI APPARTENENZA AD aSSOCIAZIONI MASSONICHE, CHE VENIVANO STRAPPATE!
 Impossibile inserire il commento Riprova [[ FORSE è LA CIA CHE MI STA BOICOTTANDO, SU QUESTA PAGINA? NO! MI HANNO BLOCCATO LORO! ]]
 Obama esorta tutto il mondo ad unirsi contro la Russia ] [ la caccia AI RUSSI? i satanisti massoni vanno a caccia di russi? E SE, DA CACCIATORI POI, NOI DIVENTIAMO LE LORO PREDE? IO CREDO, CHE, LA MERKEL FARà PIù DANNI ALLA GERMANIA DI HITLER STESSO! 8 dicembre 2014, 20:59
Dolgov: gli USA hanno organizzato una caccia sistematica ai russi
Gli Stati Uniti hanno organizzato una caccia sistematica contro i russi in tutto il mondo, ma Mosca continuerà ad opporsi a Washington sulla questione del rapimento dei suoi cittadini. Lo ha detto il rappresentante del Ministero degli Esteri russo per i diritti umani, la democrazia e lo Stato di diritto, Konstantin Dolgov.
Obama esorta tutto il mondo ad unirsi contro la Russia.
Al tradizionale messaggio di sabato alla nazione il Presidente degli Stati Uniti ancora una volta ha parlato "dell’aggressione russa" contro cui Obama cerca di unire tutto il mondo. Obama ha sottolineato che gli Stati Uniti si trovano "dalla parte giusta della storia", e quindi, tutti gli altri devono prendere la stessa parte.
Intervenendo alle Nazioni Unite il 24 settembre Obama ha detto che le azioni della Russia in Ucraina sono tra le minacce più grandi del mondo. Il Presidente americano ha messo la Russia nella stessa lista con l'epidemia di Ebola e i militanti de "Lo Stato islamico".
 http://italian.ruvr.ru/news/2014_09_27/Obama-ha-esorta-tutto-il-mondo-ad-unirsi-contro-la-Russia-2772/
8 dicembre 2014, Mosca preoccupata per la risoluzione del Congresso degli Stati Uniti
La risOluzione adottata dalla Camera dei Rappresentanti è fonte di preoccupazione per Mosca. Lo ha detto il vice Ministro degli Esteri Sergei Ryabkov. Il diplomatico non ha escluso ulteriori complicazioni nelle relazioni russo-americane.
Tuttavia, ha sottolineato che la Russia sta facendo tutto il possibile per stabilizzarle. La Camera dei Rappresentanti la scorsa settimana ha approvato una risoluzione che condanna la politica della Russia nei confronti di un certo numero di ex Repubbliche sovietiche. Nella risoluzione è richiesto di continuare le sanzioni contro la Russia.
8 dicembre 2014, 23:39
Gli Stati Uniti elaborano nuovi mezzi per un attacco spaziale
Gli Stati Uniti sono impegnati nello sviluppo di nuovi mezzi di attacco aerospaziale in grado di cambiare radicalmente il corso e l'esito delle azioni di combattimento durante le operazioni dello spazio aereo, ha detto il Progettista generale della società della Difesa area "Almaz-Antej" Pavel Sozinov.
Come esempio, ha citato i progetti realizzati dei veicoli ipersonici statunitensi del programma "Falcon" e X-37. Secondo lui, le unità di combattimento orbitali che vengono create dal programma X-37, hanno effettuato con successo una serie di esperimenti di volo.
 http://italian.ruvr.ru/news/2014_12_08/Gli-Stati-Uniti-elaborano-nuovi-mezzi-per-un-attacco-spaziale-7915/
Vinnitsa, Ucraina in 5.000 per protestare. Circa 5.000 persone si sono riunite oggi per protestare a Vinnitsa, in Ucraina, per chiedere lo scioglimento del Consiglio Regionale, così come la fine delle provocazioni in città.
Durante la protesta, i manifestanti hanno adottato una risoluzione. Nel documento, hanno chiesto un'indagine immediata sui fatti in verificatisi nella città il 6 e 7 dicembre. Sabato scorso, oltre 500 manifestanti in disaccordo con le politiche dei leader locali, hanno cercato di prendere d'assalto l'edificio del Consiglio Regionale, dove era in corso una seduta dei Deputati. I manifestanti chiedevano la lustrazione dei funzionari regionali. A causa dei disordini otto agenti di polizia sono rimasti feriti e intossicati dal gas.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_12_09/Vinnitsa-Ucraina-in-5-000-per-protestare-2804/
Mass media: l'esercito entra a Kiev
19 febbraio, 00:07
Ucraina, il giro di vite nella pubblica amministrazione preludio di una nuova Maidan
9 ottobre, 17:54
Crimea, militari e polizia in stato d'allerta
27 febbraio, 13:43
In Ucraina decina di arresti per gli scontri davanti il Parlamento
In Ucraina decina di arresti per gli scontri davanti il Parlamento
15 ottobre, 17:30
Scontri ad Odessa tra sostenitori ed oppositori dell'adesione alla Russia
31 marzo, 10:10
Peskov: «Mosca segue con dolore quello succede a Kiev»
========================
Con mucha fe y con mucho amor dile a nuestro Señor, que nos de su infinita Misericordia, te proteja, cuide, que nos ampare, que nos llene de su gran Amor y Bendición, ven entra haz esta linda y efectiva oración clic aquí: http://www.virgenmariaauxiliadora.com/Oracion/Omisericordia.php
https://fbcdn-sphotos-f-a.akamaihd.net/hphotos-ak-xap1/v/t1.0-9/10405651_628388087267810_288742191112972829_n.jpg?oh=98ba6233cba1264ada1061de298c4378&oe=551BF4CB&__gda__=1426635394_ff905ce79510169cfc9c850577490220
Bush 322 Kerry LaVey, Obama 666 GENDER, DATAGATE, CIA: USUROCRAZIA ROTHSCHILD, SPA FMI, SATANA BAAL TALMUd SISTEMA MASSONICO BILDENBERG REGIME NATO IMPERIaLISMO NWO ] tutto il vostro bullismo, contro, tutte le Nazioni del mondo: non può essere nascosto dalle vostre chiacchiere! Anna la rossa tentò di sedurre Edward Snowden
abbiamo scoperto perché, su dieci matrimoni: in USA, sette commettono il divorzio, lol. è tutta colpa del KGB! lol. Bush 322 Kerry, non so, che, cosa ha tubato il vostro cervello, nella massonica "teschio con le ossa" ma, adesso state scocciando! SE, IO VI HO DETTO, CHE, LA TERZA GUERRA MONDIALE NUCLEARE CONTRO LA RUSSIA NON VE LA FACCIO FARE: POI, PERCHé VOI INSISTETE, ANCORA, CON QUESTE STRONZATE? PERò POTETE SEMPRE DISINTEGRARE LA LEGA ARABA NAZI ONU GENDER: SHARIAH SENZA DIRITTI UMANI.. COSì, GIUSTO: PER CONSOLARVI!
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2014/12/08/anna-la-rossa-tento-sedurre-snowden_852c6126-d738-40fd-9894-dd8d95248c42.html
il problema islamico shariah, è destabilizzante per il genere umano.. e con tante persone innocenti: che: per colpa della sua Mecca shariah, muoiono in tutto il mondo Abd Allah dell'Arabia Saudita ibn Abdilazīz Āl Saʿūd. King Abdullah, lui non può sempre fingere di essere il coglione, per continuare a perseguire il suo progetto di imperialismo, attraverso, la sua galassia jihadista: che, lo sanno tutti che, è attraverso, il genocidio e il nazismo, che, si è formata, costituita, e ingrandita continuamente la LEGA ARABA di satana, e del suo esoterico: spirito guida profeta criminale!.. e se tutto questo piace al fariseo rothschild baal 666 gufo Imf, Banca Mondiale, ed ai suoi scherani satanisti: Bush 322 Kerry, ideologia sodoma gender? TUTTO QUESTO PER ME è RIDICOLO, ED IRRILEVANTE: PERCHé, IO SONO UNIUS REI, il Re di Israele!
qui, c'è gente che non ha nessun rispetto per i martiri cristiani.. https://www.facebook.com/frenkildiavolo
https://www.facebook.com/younes.karimi.754
https://www.facebook.com/fabio.dellacqua.50
https://www.facebook.com/EDOX93
voi siete fuori di testa, che, non vedete il genocidio dei cristiani, ridotti a schiavi: in tutta la LEGA ARABA?
gli ebrei sono persone come noi, non sono Illuminati Rothschild, Nwo imperialismo, come: Antimo Marandola, così, TU TI SENTI SUPERIORE PER AVERE AVUTO TU UNA PATRIA? perché non ti sfiora nel cervello, la idea, che, anche gli ebrei hanno diritto ad una loro patria?
Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
https://www.facebook.com/davide.palermo.735 se, qualcuno ti vuole uccidere, e gli USA attraverso: il nazismo Onu: della LEGA ARABA, senza libertà di religione (apostasia blasfemia), senza diritti umani di pedofilia apostsia: uccide centinaia di martiri cristiani innocenti ogni giorno! ok! IN QUESTO CASO, TU PUOI FARE IL PACIFISTA E FARTI: SOFFOCARE E UCCIDERE, OPPURE, TU DEVI COMBATTERE! Israele Stato nazione ebraica è FUNZIONALE ALLA DEPORTAZIONE DEI TERRORISTI, PERCHé, LA SHARIAH: HA FATTO DI OGNI MUSULMANO, UN NAZISTA TERRORISTA, CHE, NON PUò STARE NELLA SOCIETà CIVILE! infatti, anche in Giordania, se, un musulmano commette apostasia, per diventare un cristiano, lui diventa, subito: il nemico dello Stato automaticamente, e gli tolgono moglie e figli: per legge! poi, io non so con quale faccia di culo, il re di Giordania, va a piangere dal Papa, per i palestinesi!
Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
Abd Allah dell'Arabia Saudita, Āl Saʿūd. King Abdullah, ] LA BESTIA [ Korset Saint Benedict. Heliga korset vara mitt ljus och är aldrig, draken min herre. Går tillbaka Satan! du inte övertyga mig, onyttiga saker. onda är de saker som du erbjuder, dricka din gift: gjort själv. I fadern, sonen och den Helige Anden +. Amen! Cruz de São Bento. Cruz Sagrada seja minha luz e que nunca, é o dragão de meu mestre. Vai para trás Satanás! Você não me convencer, de coisas vãs. maus são as coisas que, ofereces, bebem seu veneno: feito por si mesmo. Em nome do pai, do filho e do Espírito Santo +. Amém! Cross of Saint Benedict. Holy Cross be my light and is never the Dragon my duce. Goes back Satan! you do not persuade me of vain things. Mali are the things that, you offer, drink your poison: made by yourself. In the name of the father, the son, and the Holy Spirit +. Amen! الصليب للقديس بندكت. الصليب المقدس تكون بلدي الضوء وهي ابدأ، التنين بلدي الرئيسية. يعود الشيطان! لا يمكنك إقناع لي من الأشياء عبثا. الشر الأشياء التي، نقدم لك، شرب السم: أدلى بنفسك. باسم الأب والابن والروح القدس +. أمين! Cross of Saint Benedict. Holy Cross be my light and is never the Dragon my duce. Goes back Satan! you do not persuade me of vain things. evil are the things that, you offer, drink your poison: made by yourself. In the name of the father, the son, and the Holy Spirit +. Amen! C. S. P. B. Crux Sancti Patris Benedecti, Croce del Santo Padre Benedetto, C. S. S. M. L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, Croce sacra sii la mia Luce, N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux, che il dragone non sia il mio duce, V. R. S. Vadre Retro satana. Allontanati satana! N. S. M. V. Non Suade Mihi Vana, Non mi persuaderai di cose vane, S. M. Q. L. Sunt Mala Quae Libas, Ciò che mi offri è cattivo, I.V. B. Ipsa Venena Bibas, Bevi tu stesso i tuoi veleni. ESORCISMO + In nomine Patris, et Filii et Spiritui Sancto, Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo +. Amen! Cruz de San Benito. Santa Cruz sea mi luz y nunca es el dragón mi duce. Es a Satanás! no convences de cosas vanas. malas son las cosas que ofreces, beben tu veneno: hecho por ti mismo. En el nombre del padre, del hijo y del Espíritu Santo +. Amén! Croix de Saint Benoît. Sainte Croix être ma lumière et n'est jamais le Dragon mon duce. Remonte de Satan! vous ne pas me persuader de choses vaines. le mal sont les choses que vous offrez, buvez votre poison faite par vous-même. Au nom du père, le fils et le Saint-Esprit +. Amen!. הצלב של בנדיקטוס הצלב הקדוש להיות האור הוא לעולם, הדרקון המאסטר שלי. חוזר השטן! לא שיכנעת אותי, דברים חסרי תועלת. הרשע הם הדברים, אתה מציע, לשתות את הרעל שלך: שנעשו על ידי עצמך. בשם האב, הבן, ורוח הקודש +. אמן ואמן! Çapraz Aziz Benedict. Holy Cross olmak benim ışığım ve ejderha asla, efendim. Şeytan geri gidiyor! Bana kibirli şey sizi ikna değil. teklif, zehir içmek şeyler kötüdür: tek başına yaptı. Baba, oğul ve kutsal ruh adına +. Amin! Kreuz des Heiligen Benedikt. Heilig-Kreuz mein Licht sein und ist der Drache nie, mein Meister. Geht zurück Satan! Sie mir von Nichtigkeiten nicht überzeugen. böse sind die Dinge, die Sie anbieten, Ihr Gift trinken: selbst gemacht. Im Namen des Vaters, der Sohn und der Heilige Geist +. Amen! سینٹ بینیڈکٹ کی صلیب ۔ صلیبِ مُقدّس ہو میری روشنی اور کبھی نہیں اور میرے آقا اژدہا ہے ۔ شیطان پیچھے جاتا ہے! آپ بے فائِدہ باتوں سے مجھے قائل نہیں ہے ۔ چیزیں جو آپ پیش کرتے ہیں، اپنا زہر پیتے ہیں بُرے ہیں: خود کی طرف سے بنائی ہے ۔ باپ، بیٹا، اور روح القدس کے نام پر +. آمین! صًهٌٍ ٌâےٍîمî ءهيهنèêٍà. رâےٍèé ًُهٌٍ لَنه ى³é ٌâ³ٍëî ³ يه لَâà؛, ؤًàêîي ى³é ىàéٌٍهً. دîâهًٍà؛ٍüٌے ٌàٍàي³! آè ن³éٌيî يه َىîâèٍè ىهيه, ىàًيî ًه÷هé. çëî ؛ ًه÷³, ےê³ âè ïًîïîيَ؛ٍه, ïèٍè âàّ îًٍٍَà: çًîلëهي³ ٌâî؟ىè ًَêàىè. آ ³ى'ے خٍِے, ٌèيà ³ رâےٍîمî ؤَُà +. ہى³يü!
6 dicembre alle ore 19.08
HANNO INCOMINCIATO A RICATTARE, PERCHé, CON 40 MILIONI DI ISLAMICI IN EUROPA, NOI SIAMO ALLA LORO MERCé.. CARO ISRAELE, "MORTE TUA? VITA MEA!", L'Iran accetterà di "fare qualcosa" nella lotta contro lo Stato islamico in Iraq e nel Levante (Isis) in cambio di progressi nei colloqui sul nucleare con le grandi potenze. [[ E IO PAGO! ]]
Mali, video Al Qaida mostra due ostaggi
Un olandese e un francese, appello a governi per liberazione
[[ E IO PAGO! ]]
Video dell'orrore, 4 decapitati nel Sinai
"Erano spie di Israele". HANNO UCCISO 100 PALESTINESI, CHE, NON VOLEVANO SCAVARE I TUNNEL DEL TERRORE, CON LA CALUNNIA DI ESSERE LE SPIE DI ISRAELE, MA, ONU HA DETTO: "bravi! bravi! la shariah vincerà!"
sul-nucleare_c4bee9d8-513c-4baf-aa58-08d47ef18afb.html "La più grande emergenza umanitaria della nostra era". Cosi' Antonio Guterres, l'Alto commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati, ha definito oggi le conseguenze sulla popolazione civile del conflitto siriano, con i profughi all'estero che hanno passato ufficialmente la soglia dei 3 milioni e gli sfollati nel Paese arrivati a 6,5 milioni. TUTTI I DONI DI FMI USA NWO: I CANNIBALI USURAI FARISEI! http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2014/08/29/orrore-senza-fine-isis-decapita-miliziano-curdo-in-iraq_bf3e9670-4713-4f51-93f5-6029b43fa452.html
COSى, TUTTI GLI ESERCITI DELLA LEGA ARABA, SHARIAH SONO IMPOTENTI QUANDO SI TRATTA DI CONQUISTARE E STERMINARE, FARE IL GENOCIDIO, DI VILLAGGI CRISTIANI SOLTANTO? MA BUSH 322 KERRY OBAMA GENDER ROTHSCHILD, A CHI, LA VOGLIONO DARE A BERE?
Nigeria: 6 mesi stato emergenza nordest. In regioni teatro dell'insurrezione integralisti Boko Haram SHARIAH!
20 maggio 2014 ABUJA, 20 MAG - Il Parlamento della Nigeria ha decretato il prolungamento di 6 mesi dello stato di emergenza nel nordest del Paese, teatro dell'insurrezione degli integralisti islamici di Boko Haram. Lo stato di emergenza è in vigore da un anno negli Stati di Yobe, Adamawa e Borno, dove sono state rapite le oltre 200 liceali a metà aprile. SI, MA, ANCHE TUTTI I VILLAGGI DOVE SONO STATE RAPITE LE STUDENTESSE SONO STATI CONQUISTATI MILITARMENTE DAI BOKO HARAM.. ANCHE!
MA, VOI A CHI VOLETE DARE A BERE CHE, QUESTI TERRORISTI CONQUISTANO LE NAZIONI DA SOLI, E POI SONO LIBERI DI FARE IL GENOCIDIO? E COME POTREBBE LA LEGA ARABA SHARIAH, EFFICACEMENTE LA GALASSIA JIHAD SHARIA, ORMAI UN SOLO ISIS SHARIAH, SE LA SHARIA NON VIENE CONDANNATA? QUESTO è UN GRANDE e glorioso: MOMENTO, PER ERDOGAN, Abd Allah dell'Arabia Saudita, آl Saʿûd. King Abdullah, E TUTTI I MOMETTANI, ottomani saudita jihadisti, che, sono protetti da Onu, perché, la shariah nel cui nome, uccidono i terroristi, come assassini seriali? non è stata condannata ancora.. anzi ONU, ha condannato: i suoi diritti umani universali solenni, del 1948, infatti, tutti i criminali, di 50 nazioni naziste della LEGA ARABA: senza reciprocità, siedono in ONU, per soffocare il genere umano: per disintegrare Israele e realizzare il Califfato mondiale! DOVE ARRIVA LA LORO MALEDIZIONE ISLAMICA, di genocidio: MAOmETTO UMMAH MECCA: pedofilia poligamia legalizzata Onu, blasfemia apostasia pena di morte, e i dhimmi schiavi, che, non hanno un futuro, perché, non esiste una libertà di religione? poi, quel territorio puٍ essere rispreso soltanto, facendo il genocidio, che, loro hanno fatto a noi.. è a questa brutalità, e satanismo, che, ci hanno costretto i farisei salafiti, Illuminati Merkel Mogherini il sistema massonico Gender Bildenbeg: che è tutta: la sinagoga di satana Rothschild!!
KANO (NIGERIA), 14 NOV - I terroristi islamici di Boko Haram hanno conquistato la città di Chibok, nel nord-est della Nigeria, dove lo scorso 14 aprile il gruppo integralista aveva rapito oltre 200 liceali.
LA LEGA ARABA SHARIAH: SENZA DIRITTI UMANI, SENZA LIBERTà DI RELIGIONE: è RESPONSABILE DI ISIS SHARIAH, E DI TUTTA LA GALASSIA JIHADISTA SHARIAH, QUINDI è LA LEGA ARABA CHE, NE DEVE RISPONDERE, DAVANTI AL TRIBUNALE DELLA STORIA IMMEDIATAMENTE!
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/africa/2014/05/20/nigeria-media-200-morti-in-bombe-a-jos_7770e873-5daf-4643-adb1-d33437e036bf.html
Con circa 150 morti in due giorni, non si ferma il sangue in Nigeria dove, dopo le bombe in un mercato di Jos che hanno causato la morte di più di 100 persone, soprattutto donne,...
Nigeria: Boko Haram conquistano Chibok
La città nel nord-est dove sono state rapite le liceali.
14 novembre 2014
Nigeria: 50 massacrati dai Boko Haram.
Integralisti islamici fanno strage in un villaggio nel nord-est.
22 novembre 2014. Un'altra carneficina è stata compiuta dagli integralisti islamici Boko Haram nel nord-est della Nigeria, vicino al confine con il Ciad. Solo pochi giorni fa erano stati massacrati 45 abitanti di un altro povero villaggio, Azaya Kura. i Boko Haram hanno compiuto le gesta più efferate: dalle bombe contro le chiese fino agli attacchi contro i villaggi. Secondo un conteggio di alcune ong, le loro azioni terroristiche hanno causato la morte di migliaia di persone negli ultimi cinque anni.
se, Egitto uccide Morsi, poi, deve avere la coerenza di dichiarAre guerra, sia a Turchia che ad arabia Sudita, anche! ED OVVIAMENTE DEVE AVERE LA COERENZA DI CRIMINALIZZARE ED ADBOLIRE LA SHARIAH! ALTRIMENTI, CONTRARIAMENTE è TUTTA UNA TRUFFA! UN SOLO COMPLOTTO, PER, COLPIRE A TRADIMENTO ISRAELE ED IL GENERE UMANO! Isis decapita e crocifigge 8 ribelli siriani, Lo Stato islamico mette un annuncio sul Times..
SE, LI HANNO CROCIFISSI? E PERCHé: SONO CRISTIANI!
SE: ERANO MUSULMANI LI AVREBBERO SOLTATO DECAPITATI, 7 novembre alle ore 20.11
NON è UN CASO CHE QUESTI CRIMINI VENGANO FATTI IN NOME DELLA SHARIAH ISLAM! SONO CRIMINALI E NOCIVI, IN TUTTA LA LEGA ARABA DEI NAZISTI, HANNO DETTO I MARTIRI CRISTIANI
http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2014/11/03/isis-decapita-e-crocifigge-8-ribelli-siriani_c357a5bf-3426-4350-bcad-e8bd0b1ac7b1.html
 23 novembre alle ore 8.05
Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
Isis decapita e crocifigge 8 ribelli siriani, Lo Stato islamico mette un annuncio sul Times..
SE, LI HANNO CROCIFISSI? E PERCHé: SONO CRISTIANI!
SE: ERANO MUSULMANI LI AVREBBERO SOLTATO DECAPITATI
 7 novembre alle ore 20.11
Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
NON è UN CASO CHE QUESTI CRIMINI VENGANO FATTI IN NOME DELLA SHARIAH ISLAM! SONO CRIMINALI E NOCIVI, IN TUTTA LA LEGA ARABA DEI NAZISTI, HANNO DETTO I MARTIRI CRISTIANI
http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2014/11/03/isis-decapita-e-crocifigge-8-ribelli-siriani_c357a5bf-3426-4350-bcad-e8bd0b1ac7b1.html
Fabio Dell'Acqua · Top Commentator
Per quattrocentesima volta " chi fornisce le armi a questi animali ". Perchè gli USA invece di fare gli gnorri non bloccano coloro che forniscono armi agli jihadisti invece di fare sempre gli ipocriti?
Le più grandi potenze militari del mondo,fanno ridere i polli e sono anche dei falsi,perchè vorrebbero fare credere all'opinione pubblica che l'ISIS sia davvero pericoloso, e il bello è che la gente ci crede anche.... incredibile,veramente incredibile....
================================
TUTTI I DIRITTI UMANI, I VALORI COSTITUZIONALI: SONO IN CADUTA LIBERA.. PERCHé: 1. ONU è DIVENTATO UN REGINE SHARIAH NAZISTA, 2. UE 322 USA: SONO DIVENTATI UN REGIME MASSONICO BILDENBERG: STATO DI POLIZIA.. MENTRE, 3. LA USUROCRAZIA ROTHSCHILD HA PRESO I POPOLI PER IL COLLO E LI SOFFOCA!
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/nordamerica/2014/12/09/usarazzismomonta-protesta-a-washington_29f13fbf-049d-4ca7-b4b4-c72e2649e819.html
OVVIAMENTE, I SATANISTI MASSONI HANNO LA SOLUZIONE GIUSTA A TUTTO QUESTO, CHE, è DISTRUGGERE ISRAELE: DISTRUGGERE LA CIVILTà EBRAICO CRISTIANA 3. DISINTEGRARE LA EUROPA: E AGGREDIRE LA RUSSIA E CINA CON LA GUERRA MONDIALE NUCLEARE!
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/nordamerica/2014/12/09/usarazzismomonta-protesta-a-washington_29f13fbf-049d-4ca7-b4b4-c72e2649e819.html WASHINGTON, 9 DIC - Monta la protesta a Washington contro il razzismo e i metodi violenti della polizia dopo i casi di Ferguson, New York e Cleveland. Nella capitale,i manifestanti si sono riuniti davanti alla Casa Bianca la scorsa notte e hanno bloccano le principali strade mentre la polizia è schierata. A New York, i manifestanti hanno disturbato la partita di basket della Nba, seguita in tribuna anche William e Kate.
======================
è TROPPO grave che, si usi l'esercito, da parte di un Governo golpista massonico: che è una congiura evidente della NATO con cecchini della CIA, che, non sono mai stati cercati, per sterminare un popolo, che, si è organizzato in modo costituzionale nel Donbass.. il vostro è il trionfo del nazismo contro, la politica e la democrazia! LA TUA POSIZIONE CRIMINALE è TROPPO STRIDENTE PER MERITARE LE MIEI RIPOSTE, INFATTI IO TI IGNORO, PERCHé NON TI RITENGO ONESTO INTELLETTIVAMENTE!
Piace a Maria Rosa.
Maria Rosa Hai detto bene; da parte di governi massonici.
==========================
Antonio Socci pagina ufficiale
ECCO PERCHE' SE VUOI VEDERE LA CHIESA DI CRISTO DEVI GUARDARE AI PERSEGUITATI (COME ASIA BIBI O I FRANCESCANI DELL'IMMACOLATA) E NON A QUEGLI ECCLESIASTICI CHE SI INGINOCCHIANO ALLE IDEE MONDANE ANZICHE' DAVANTI AL TABERNACOLO PER ESSERE ESALTATI DA TUTTI I MEDIA, APPLAUDITI E CIRCONDATI DI SERVILI ADULATORI
“Se io non fossi cattolico e volessi trovare quale sia oggi, nel mondo, la vera Chiesa, andrei in cerca dell’unica Chiesa che non va d’accordo con il mondo. Andrei in cerca della Chiesa che è odiata dal mondo. Infatti, se oggi nel mondo Cristo è in qualche Chiesa, Egli dev’essere tuttora odiato come quando viveva sulla terra. Se dunque oggi vuoi trovare Cristo, trova la Chiesa che non va d’accordo con il mondo… Cerca quella Chiesa che i mondani vogliono distruggere in nome di Dio come crocifissero Cristo. Cerca quella Chiesa che il mondo rifiuta, come gli uomini rifiutarono di accogliere Cristo”.
Mons. Fulton Sheen (1895-1979), arcivescovo cattolico
Il 28 giugno 2012 papa Benedetto XVI ha dichiarato le virtù eroiche di questo Servo di Dio attribuendogli cosى il titolo di Venerabile
======================
Antonio Socci pagina ufficiale
7 dicembre
IL NOSTRO “MIRACOLO ECONOMICO” DEL DOPOGUERRA CHE STUPI’ IL MONDO? HA LE SUE CAUSE NEL CONCILIO DI TRENTO E IN SAN CARLO….
.
.
.
Un venerdى nero? L’altroieri nelle stesse ore sono arrivate due mazzate. Il declassamento dei titoli di Stato dell’Italia da parte di Standard&Poor’s (ormai spaventosamente vicino al livello “spazzatura”) e la pubblicazione dell’annuale Rapporto Censis che sembra quasi la pietra tombale su questo povero Paese.

DIAGNOSI CUPE

In quelle pagine infatti si rappresenta una nazione che brancola nel buio di una “sconcertante rassegnazione collettiva”.
Siamo un popolo desolato che dopo aver trepidamente atteso la ripresa economica non l’ha vista arrivare e sa che non è affatto prossima.
All’orizzonte c’è addirittura lo spettro di un declino che diventa irrevocabile e irredimibile.
Perciٍ gli italiani sono rappresentati dal Censis come soli, impauriti, vulnerabili e alla fine cinici.
Dario Di Vico ha ricordato l’antipatia che Giuseppe De Rita, mente del Censis, ha per il “renzismo” e il suo “decisionismo inconcludente”, ma ha anche osservato – giustamente – che una tale sentenza di disfatta non puٍ essere attribuita a un solo governo che è nato da pochi mesi.
Il declassamento di S&P e il cupo quadro disegnato dal Rapporto Censis 2014 obiettivamente sono un verdetto di fallimento, di totale e solenne bocciatura, per tutti gli ultimi governi, soprattutto quelli del “rigore tedesco”: siamo nel baratro a causa della loro incapacità di guida, di visione e delle loro scelte dissennate che hanno dissanguato il Paese oltretutto ingigantendo il debito pubblico che ci schiaccia invece di risolverlo.
Tutto questo ha conseguenze devastanti, materiali e morali, sulla vita quotidiana delle persone e delle famiglie.
E’ interessante che sia De Rita che Renzi – oggi in conflitto – appartengano alla stessa area culturale e politica, quella sinistra democristiana che, nei nostri anni, ha avuto in Romano Prodi la sua incarnazione suprema (anche come protagonista dell’Europa dell’euro).
NUOVO UMANESIMO?
Sempre venerdى, nelle stesse ore, c’è stato un altro evento, passato quasi inosservato, ed è il tradizionale discorso di S. Ambrogio dell’arcivescovo di Milano, Angelo Scola, che quest’anno ha messo a tema “Un nuovo umanesimo per Milano e le terre ambrosiane”.
Ha iniziato richiamando il dovere dei cristiani di contribuire “all’edificazione della vita buona”. Ed è già una bella partenza in un tempo di fuga dei cristiani nella comoda scelta intimistica delle sacrestie e della psicologia.
Ha indicato ai cristiani la strada del “nuovo umanesimo” perché si è parte della famiglia umana e perché si è “seguaci di un Dio incarnato che ha assunto la condizione umana” anche “per accompagnarci nel nostro quotidiano cammino su questa terra”.
Scola ha precisato che “non si deve perٍ parlare in astratto di un umanesimo buono per tutte le stagioni. Solo se sorge dal di dentro dei ritmi e dei processi dell’attuale travaglio storico si puٍ parlare di nuovo umanesimo”.
Quindi – “non perdendo l’origine” – occorre aiutare una fioritura degli uomini concreti di oggi e della loro vita. E’ quella che si suole chiamare: scommessa sul “capitale umano”.
E già qui si tocca un tasto dolentissimo perché, secondo il Rapporto Censis, l’Italia è un Paese dal capitale umano “inagito e dissipato”, con 8 milioni di persone ferme, non utilizzate, fuori dalla vita economica e sociale (gran parte dei quali sono giovani, “umiliati” come mai prima).
Uno spreco di risorse umane paragonabile solo allo spreco delle nostre bellezze naturali e artistiche.
Tuttavia abbiamo bisogno di persone che indichino una strada percorribile, una speranza. Che magari si possa imparare dalla nostra storia, da quello che hanno vissuto i nostri padri.
C’è dunque un passaggio significativo nel discorso di Scola che
dice: “Guardando la nostra storia possiamo parlare di un autentico umanesimo della responsabilità: piedi per terra e sguardo volto al cielo. Questa tradizione ha continuato ad alimentare, anche se in variegati modi e con diversa intensità, le terre ambrosiane nel corso degli ultimi sessant’anni. Sono ancora presenti i benefici frutti di una stagione storica caratterizzata da uno sviluppo accelerato reso possibile nel dopoguerra dalle energie costruttive delle nostre genti e degli immigrati italiani”.
LA FEDE DEI PADRI
E’ un implicito richiamo al secondo dopoguerra quando il Paese era uscito devastato dal conflitto mondiale, sia materialmente che civilmente.
In quel contesto l’Italia, con un’economia quasi sottosviluppata e senza risorse energetiche, compى quel “miracolo economico” che lasciٍ di stucco il mondo intero, schizzando, in pochissimi anni, ai vertici dei paesi industrializzati, tanto che ancora attorno all’anno 2000 su 18 milioni di imprese presenti in Europa (sia grandi che piccole), ben 5 milioni erano in Italia.
Tutto questo prima dell’arrivo dell’euro.
Scriveva Sandro Fontana nel 1998: “ultima arrivata fra le nazioni industrializzate del nostro continente, (l’Italia) è oggi al primo posto per imprenditorialità diffusa…e al primo posto anche come ‘valore aggiunto’, cioè come capacità di trasformare materie prime e, quindi, di esportare prodotti finiti”. Infine – aggiungeva – “l’Italia si trova ai vertici della graduatoria europea anche per quanto riguarda la capacità di risparmio delle famiglie”.
Ancora oggi, notava Scola, viviamo dell’eredità benefica di quel “miracolo economico” sbocciato proprio dal “capitale umano”. Che fu fatto fiorire precisamente dalla fortissima connotazione cristiana del popolo italiano.
Tutto partى infatti da quella Lombardia che, come ha spiegato il cardinale Giacomo Biffi, grazie a San Carlo Borromeo aveva assimilato più di tutti il Concilio tridentino (la sottolineatura del “merito”, contro il luteranesimo) come etica del lavoro e del dovere, ma dentro una gioiosa e creativa speranza (e non nel cupo orizzonte calvinista).
Lo dimostra il libro che ho citato poco sopra, scritto da Sandro Fontana e uscito nel 1998 col titolo “La riscossa dei lombardi”. Sottotitolo: “Le origini del miracolo economico nella regione più laboriosa d’Europa 1929-1959”.
COME ERAVAMO
La situazione 1946-1948, spiegava Fontana, era analoga a quella del 1870 quando, a causa della violenta “conquista piemontese”, 20 milioni di italiani (metà del Paese) furono “costretti a vendere le loro braccia in ogni luogo del pianeta”. Da quel disastro postrisorgimentale sono venuti tutti i problemi dell’Italia di oggi, soprattutto il sottosviluppo del Meridione.
Ma qualcosa di grande è accaduto già nel primo dopoguerra: nel territorio brianzolo “si erano manifestati con prepotenza e intensità” scrive Fontana “i sintomi d’una industrializzazione rapida e diffusa, basata sul lavoro a domicilio e sulle piccole attività imprenditoriali, sulla figura del mezzadro-operaio e sull’incremento accelerato della proprietà contadina”.
Quel vivaio di prosperità fu gelato dalla politica del fascismo che privilegiava la grande industria bellica e monopolistica, in un quadro protezionista e autarchico.
Poi perٍ, nel secondo dopoguerra, “con l’avvento della democrazia e con la liberalizzazione degli scambi… il ‘modello brianzolo’, si estende, quasi per gemmazione spontanea a tutta la fascia pedemontana della regione caratterizzata dalla presenza capillare della Chiesa Cattolica e dalla diffusione della piccola proprietà contadina”.
Il segreto dunque del miracolo italiano fu una classe dirigente intelligente e lungimirante (i governi centristi per tutti gli anni Cinquanta tennero fra l’altro in perfetto ordine i conti pubblici) e un’educazione popolare cattolica che faceva perno sulla famiglia, sul valore del lavoro e del sacrificio per la ricerca del bene comune.
Una lezione ancora attualissima visto che – nello sfascio dello stato sociale – sono ancora la famiglia e la Chiesa a permettere la tenuta dei legami sociali e una vita almeno degna. Ma c’è qualcuno oggi che si batte contro questa de-moralizzazione del popolo, che punta sul “capitale uomo”, sulla sua creatività, sulla famiglia e su una forte etica del lavoro?
Antonio Socci Da “Libero”, 7 dicembre 2014 www.antoniosocci.com
=============
Che fine ha fatto “el continente de la esperanza”? Il declino dei cattolici in America latina, sempre meno numerosi e sempre più insipidi
Leggi di Più: America latina, perché i protestanti surclassano i cattolici | Tempi.it
 Non solo sempre meno numerosi e non solo sempre più secolarizzati. C’è tanto altro da dire sui cattolici latinoamericani e sui loro conterranei protestanti, ci sono un sacco di scoperte sfiziose nell’indagine sulla religiosità dei latinoamericani realizzata dal Pew Research Center di Washington e diffusa a metà di novembre. I commenti della stampa italiana si sono concentrati sulla flessione percentuale dei cattolici sul totale degli abitanti del continente a vantaggio dei protestanti e dei non affiliati e sulle loro opinioni eterodosse in materia di dottrina morale e di diritto canonico. Mentre scendevano dal 92 al 69 per cento della popolazione sudamericana adulta fra il 1970 e il 2014 (una flessione media di mezzo punto percentuale all’anno), i cattolici assorbivano gran parte dei valori secolari, fino a dichiararsi, in molti paesi, in maggioranza favorevoli a riforme radicali della dottrina morale e della disciplina canonica cattolica includenti la legittimità del ricorso agli anticoncezionali (16 paesi su 19), l’accettabilità del divorzio (13 paesi su 19), l’introduzione dell’ordinazione sacerdotale femminile (8 paesi su 19) e del clero sposato (9 paesi su 19). Donne prete e sacerdoti sposati sono l’opzione prevalente di una minoranza di paesi ma di un numero assoluto di cattolici maggioritario, in quanto ottengono la maggioranza nei paesi più popolosi: nel solo Brasile i favorevoli all’ordinazione femminile sarebbero il 78 per cento, mentre maggioranze di cattolici favorevoli al clero sposato si trovano in Brasile, Argentina, Cile e Venezuela. In Argentina e Uruguay maggioranze assolute di cattolici sono favorevoli al matrimonio fra persone dello stesso sesso, in Cile e Messico lo sarebbero maggioranze relative.
Dati piuttosto scioccanti, ma per nulla gli unici interessanti della ricerca. Per esempio la secolarizzazione dei percentualmente calanti cattolici andrebbe letta in contrappunto con l’ortodossia dottrinale dei sempre più numerosi protestanti, cresciuti dal 9 al 19 per cento di tutti i latinoamericani fra il 1970 e il 2014. Che si tratti del matrimonio fra gay o del sesso fuori dal vincolo coniugale, della condanna del divorzio e dell’aborto legale, dell’omosessualità attiva o dell’uso degli anticoncezionali, i protestanti si mostrano intransigenti là dove i cattolici si rivelano lassisti. Se in alcuni paesi la maggioranza di tutti i cristiani continua a mostrarsi statisticamente contraria al matrimonio fra persone dello stesso sesso, è perché sono i protestanti a far pendere da quella parte la bilancia. Ma il ritratto del protestante sudamericano come un tipo da una parte moralmente conservatore e dall’altra sedotto dal Vangelo dell’abbondanza, cioè dalle promesse di miracoli, ricchezza e salute delle Chiese pentecostali, non corrisponde alla realtà cosى come emerge dall’indagine. Al contrario, mediamente i protestanti prendono più seriamente i contenuti spirituali e morali della loro fede di quanto facciano i cattolici, e sono anche più socialmente impegnati di loro.
cattolici-protestanti-america-latina-pew-research-center-tempi
Chi segue la liturgia settimanale?
Che si tratti della frequenza settimanale del luogo di culto, della preghiera personale, del digiuno quaresimale, della lettura delle Scritture, della partecipazione alle attività della congregazione o del pagamento della decima, cioè del sostegno economico alla propria Chiesa, i protestanti sopravanzano sempre i cattolici. In Argentina solo il 15 per cento dei cattolici va a Messa tutte le settimane, mentre partecipano al servizio liturgico settimanalmente il 55 per cento dei protestanti; in Brasile la percentuale dei cattolici frequentanti è un po’ più alta col 37 per cento, ma quella dei protestanti è addirittura massiccia: 76 per cento. In Cile, Perù, Venezuela, Ecuador, Argentina, Uruguay e Porto Rico i cattolici che versano una quota fissa del loro reddito alla Chiesa sono ovunque meno del 20 per cento, negli stessi paesi i protestanti che lo fanno oscillano fra il 41 e il 71 per cento. Tranne che a Panama (56 per cento), in nessun paese la maggioranza assoluta dei cattolici pratica digiuni durante la Quaresima, mentre in tutti i paesi tranne Cile, Argentina e Uruguay i protestanti che digiunano costituiscono la maggioranza assoluta del loro insieme.
Ma non è solo sullo specifico religioso che i protestanti si dimostrano più impegnati dei cattolici. Gli atteggiamenti nei confronti della povertà e del bisogno materiale riservano sorprese. L’interpretazione un tempo dominante secondo cui le Chiese protestanti latinoamericane sarebbero composte da ricchi egoisti privi di coscienza sociale e da poveracci motivati principalmente dalla speranza di beneficiare di miracoli e di vantaggi economici va in crisi quando si analizzano attentamente alcune evidenze statistiche dell’inchiesta. La grande maggioranza dei cristiani sudamericani di ogni confessione crede nella necessità di aiutare i poveri e di portare a loro Cristo. Quando perٍ le risposte alla povertà vengono messe in alternativa fra loro, cioè viene chiesto se la prima cosa da fare coi poveri sia portare loro Cristo oppure aiutarli materialmente, la consueta divaricazione fra cattolici e protestanti riemerge: per la maggioranza dei cattolici, aiutare materialmente i poveri viene prima dell’annuncio del Vangelo, viceversa per i protestanti. In Argentina solo il 18 per cento dei cattolici ritiene che il modo più importante di aiutare i poveri sia di portare loro Cristo, mentre lo afferma il 51 per cento dei protestanti; divari superiori ai 30 punti percentuali fra cattolici e protestanti su questo argomento si registrano anche in Colombia, Bolivia, Perù e Paraguay. All’inverso, i cattolici che considerano priorità assoluta l’aiuto caritatevole ai poveri sono più dei protestanti che la pensano in questo modo in tutti e 19 i paesi sondati, anche se le differenze sono meno accentuate e si collocano fra i 10 e i 26 punti.
cattolici-brasile-ipanema
Ma la vera sorpresa emerge quando si chiede ai seguaci delle due confessioni se loro personalmente aiutano i poveri non solo con l’elemosina ma con varie forme di impegno. In tutti i paesi, i protestanti che dichiarano di avere preso parte ad attività caritative verso i poveri negli ultimi dodici mesi sono percentualmente più numerosi dei cattolici. I fedeli della Chiesa di Roma non ci fanno una bella figura: in maggioranza affermano che aiutare concretamente i poveri è più importante che annunciare loro Cristo, ma quando poi si tratta di mostrarsi coerenti con quello che dicono, si fanno bagnare il naso dai protestanti. I quali, evidentemente, non sono quegli spiritualisti disincarnati che si vorrebbe far credere. In particolare, in Venezuela e in Messico i protestanti coinvolti nell’aiuto umanitario sono rispettivamente il 27 e il 25 per cento in più dei cattolici. Lo stesso trend si osserva se si chiede alle persone se la loro Chiesa aiuta la gente a trovare un lavoro: dappertutto i protestanti rispondono “sى” più spesso dei cattolici. Il paese con la differenza più forte è l’Argentina, dove il 70 per cento dei protestanti risponde affermativamente alla domanda, contro il 37 per cento dei cattolici. Non ci sono invece differenze significative, tranne che in un paio di paesi, fra le risposte dei cattolici e quelle dei protestanti quando gli si chiede se la loro Chiesa cerca di convincere il governo ad aiutare i poveri.
Le ragioni della secolarizzazione
Un altro argomento dove le differenze di sensibilità fra protestanti e cattolici non sono particolarmente forti è l’aborto. I cattolici sono apparentemente più secolarizzati quando si parla di divorzio, contraccezione e matrimonio gay, ma sulla questione dell’aborto fanno eccezione solo il piccolo Uruguay e il Cile: il primo è l’unico paese dove i cattolici sono in maggioranza favorevoli all’aborto legale (solo il 44 per cento è contrario), nel secondo sono spaccati a metà fra favorevoli e contrari. In tutti gli altri paesi i cattolici si oppongono all’aborto legale con percentuali che oscillano fra il 74 e il 90 per cento, con la relativa eccezione dell’Argentina che è quotata al 69 per cento. La contrarietà dei protestanti va dal 66 per cento dell’Uruguay al 97 per cento del Paraguay.
Come si sarà notato, il paese che più insistentemente ricorre ai vertici delle opinioni di impronta secolarista è l’Uruguay. Il piccolo paese di 3,4 milioni di abitanti sul Rio de la Plata presenta il triplice primato di essere lo Stato sudamericano con meno cattolici (solo 42 per cento della popolazione), meno cristiani (solo il 57 per cento, contro un 43 di atei, agnostici, non affiliati e di altra religione) e dove i cattolici si dimostrano più secolarizzati, essendo in maggioranza favorevoli ai matrimoni fra persone dello stesso sesso e all’aborto legale. Addirittura solo il 49 per cento dei cattolici uruguaiani giudica che l’aborto come tale sia «moralmente sbagliato». Nei due paesi che con l’Uruguay confinano, Argentina e Brasile, i cattolici che vedono nell’aborto un chiaro male morale sono rispettivamente il 64 e l’80 per cento, nel poco distante Paraguay il 96 per cento. L’Uruguay costituisce un’autentica lezione storica per quei soloni intellettuali cattolici che teorizzano il disimpegno della Chiesa e dei cristiani rispetto alle leggi vigenti in un paese e la lontananza dal potere politico come condizione ideale per un migliore svolgimento della missione della Chiesa.
aborto-uruguay
L’Uruguay avrebbe potuto avere una traiettoria storica simile a quella di uno dei suoi vicini se non fosse stato per le politiche laiciste che ha coerentemente perseguito fin dal 1861, quando il governo nazionalizzٍ i cimiteri su tutto il territorio nazionale, sottraendoli alle chiese. Poco dopo vennero approvate leggi che proibivano alla Chiesa di avere un ruolo nell’educazione pubblica e di rilasciare certificati matrimoniali. Nel 1919 la nuova Costituzione, che sostituiva quella del 1830, sanciva la totale separazione fra Stato e Chiesa. La secolarizzazione proseguى con la rimozione dei riferimenti religiosi dai nomi di quasi tutte le città e villaggi (non restano che San Carlos e Rosario) e con l’eliminazione del nome di Dio dai giuramenti delle massime cariche dello Stato. Oggi l’Uruguay presenta i tassi di religiosità di gran lunga più bassi fra i paesi analizzati dall’inchiesta del Pew Research Center. Meno di un terzo degli uruguaiani (28 per cento) dichiara che la religione è molto importante per la sua vita, (mentre in nessun altro paese questo valore è inferiore al 41 per cento e nella maggioranza si colloca fra il 70 e l’80 per cento); solo il 29 per cento prega ogni giorno e solo il 13 per cento va in chiesa almeno una volta alla settimana. Nel confinante Brasile il 61 per cento degli adulti prega quotidianamente e il 45 per cento va in chiesa almeno settimanalmente. Gli uruguaiani pregano poco e vanno in chiesa ancora meno, ma molto spesso fanno gli scongiuri. Risulta infatti che il 53 per cento dei cattolici e il 42 per cento degli atei e dei senza religione credono nel malocchio. La media generale del paese è del 46 per cento, che è superiore ai valori registrati in paesi molto religiosi come Bolivia, Paraguay, Perù, Messico, Colombia, eccetera. Chi non crede in Dio comincia a credere a tutto, diceva Chesterton.
La moralità degli indigeni
Un’ultima notazione la meritano i popoli indigeni dell’America latina. Nell’inchiesta del Pew Research Center non c’è nulla che si riferisca direttamente a loro: nella nota metodologica viene indicato il numero dei rispondenti per ogni paese, ma non l’estrazione etnica degli intervistati. Qualche dato perٍ si puٍ estrapolare. I paesi che contano la più alta percentuale di popolazione indigena pura sono la Bolivia (45 per cento), il Guatemala (40,5), il Perù (32,5) e l’Ecuador (25). Ebbene si tratta anche di alcuni dei paesi dove maggiore è l’ostilità al matrimonio omosessuale (contrari fra il 65 e l’83 per cento), dove gli atti omosessuali sono considerati immorali (fra il 73 e il 91 per cento), si giudica l’aborto immorale (fra l’85 e il 96 per cento) e si vuole che non sia legalizzato (fra il 75 e il 92 per cento). Chissà cosa ne pensano i liberal sempre pronti a esaltare le culture indigene contro la tradizione giudaico-cristiana.
@RodolfoCasadei
http://www.tempi.it/che-fine-ha-fatto-el-continente-de-la-esperanza-il-declino-dei-cattolici-in-america-latina-sempre-meno-numerosi-e-sempre-piu-insipidi#.VIa9z3tTx-x
Egitto. Incarcerato «solo perché ha lasciato l’islam», cristiano convertito inizia sciopero della fame. «Si lascerà morire»
Invia per Email Stampa
dicembre 8, 2014 Benedetta Frigerio
Bishoy Boulous, è stato arrestato più volte e torturato per aver chiesto pubblicamente di cambiare lo stato religioso sui suoi documenti di identità: da musulmano a cristiano
Bishoy-Armiya-islam-egittoArrestato più volte, torturato e condannato a cinque anni di carcere, il cristiano egiziano convertito dall’islam Bishoy Armiya Boulous (foto a fianco) ha cominciato lo sciopero della fame in prigione. «Ha promesso di lasciarsi morire», ha dichiarato il suo avvocato Karam Ghobrial, «a causa della sua incarcerazione illegale». Bishoy è noto alle cronache dal 2007 per essere il primo cristiano ad avere chiesto pubblicamente che venisse modificata sui suoi documenti la dicitura riguardante la religione da “musulmano” a “cristiano”.
ARRESTO E PROCESSO. Bishoy, che prima di ricevere il battesimo nel 1998 si chiamava Mohammed Hegazy, è stato arrestato nel dicembre del 2013 per aver filmato senza permesso nella città di Minya un cristiano attaccato dai Fratelli Musulmani, insieme a edifici militari e della polizia. Dopo essere stato detenuto per sei mesi, è stato condannato il 18 giugno a cinque anni di carcere e 70 dollari di multa.
Il processo di appello, di cui non si conosce ancora l’esito, era previsto per il 16 novembre presso la corte di Minya, che dista 240 chilometri dalla prigione del Cairo dove l’uomo è detenuto. Prima dell’udienza, l’avvocato aveva protestato pubblicamente affermando che non volevano concedere al suo assistito la possibilità di presenziare al processo e che questo avrebbe portato «automaticamente» alla condanna.
egitto-cristiani-fuga-jpg-crop_display«DETENZIONE ILLEGALE». Ora Bishoy ha annunciato di aver cominciato lo sciopero della fame per protestare contro la sua «detenzione illegale». Infatti, come riferito in precedenza dall’avvocato, la legge egiziana prevede un massimo di carcerazione preventiva pari a sei mesi, già scontati dal cristiano. Ma a Bishoy non è stato concesso di pagare la cauzione e uscire, per questo si trova ancora in carcere. Non solo: le guardie gli negano il diritto a leggere la Bibbia e a ricevere la Comunione una volta a settimana. https://www.worldwatchmonitor.org/2014/11/3473245/
«ARRESTATO PERCHة CONVERTITO». Per l’avvocato Ghobrial, inoltre, «i giudici non hanno alcuna prova contro di lui e l’unico motivo per cui è stato arrestato è la sua conversione al cristianesimo». I problemi di Bishoy, che nel 2009 è stato denunciato per blasfemia, anche se questo secondo processo non è ancora partito, sono cominciati nel 2007, quando l’uomo ha cercato di ottenere il riconoscimento del cambiamento dello stato religioso sui documenti d’identità. Il caso ha fatto scalpore in Egitto e lui, insieme ai familiari e all’avvocato, ha ricevuto minacce, percosse dagli estremisti ed è stato costretto a nascondersi dopo che molti religiosi ne hanno chiesto la morte attraverso una fatwa. Mentre la moglie e i due figli sono già emigrati in Germania, lui ha deciso di restare sapendo che altrimenti non l’avrebbero mai più fatto rientrare.
«FEDE NON ب UN GIOCO». Le reazioni rabbiose degli estremisti purtroppo non sono una novità per Bishoy. Nel 2002 la polizia l’ha arrestato e inviato in un campo di prigionia per 10 settimane per riconvertirlo all’islam, rivela World Watch Monitor. Nel 2010 il cristiano convertito aveva anche dichiarato di essere stato arrestato e torturato dalle forze di sicurezza egiziane, le quale volevano obbligarlo a «riconvertirsi all’islam». Lui perٍ si era rifiutato di abiurare: «Non posso tornare indietro, la fede non è un gioco», aveva affermato in un’intervista. «La mia vita ora è cambiata. Sono una persona più felice, una persona migliore e nuova».
Leggi di Più: Egitto. «Cristiano lascia l'islam: incarcerato» | Tempi.it
http://www.tempi.it/egitto-incarcerato-solo-perche-ha-lasciato-l-islam-cristiano-convertito-inizia-sciopero-della-fame-si-lascera-morire#.VIa-nXtTx-w
Jailed Egyptian convert awaits appeal hearing [ CRIMINALE SHARIAH IN eGITTO ]
Published: November 12, 2014 by Barbara G. Baker
Hegazy's lawyer Karam Ghobrial Hegazy's lawyer Karam Ghobrial
World Watch Monitor
A jailed Egyptian Muslim convert to Christianity is scheduled Sunday, Nov. 16 to appeal his conviction on a misdemeanor — if he can get to the courtroom.
But according to his lawyer, prison and security police officials have not confirmed they will permit Mohammed Hegazy to travel from Cairo’s Tora Prison to the court hearing in Upper Egypt’s Minya governate.
"If my client is not present in the court in person," attorney Karam Ghobrial told World Watch Monitor, Hegazy’s conviction – and the accompanying five-year prison sentence -- will be confirmed by default.
Hegazy had been arrested for filming sectarian demonstrations without permission in Minya in December last year. After he spent six months in detention, a local court convicted Hegazy on June 18 of the misdemeanor charges and sentenced him to five years in prison and a 500 LE (US$70) fine.
"The investigation in Minya against Hegazy produced nothing," Ghobrial told World Watch Monitor. "There is no proof," he said, of the district attorney’s accusation that Hegazy was involved in "activity that could damage the public interests of the state," or that he had circulated "rumors and false statements" that disturbed public security.
But noting that the judge had waved the Quran at the defendant three times during the June court hearing, the lawyer said it was clear that he saw the case "from a religious point of view."
"The stigma of his conversion was the motive for his arrest," Ghobrial said.
Under Egyptian legal procedures, Hegazy should have been ordered to pay bail once the verdict was announced, and then be released pending his appeal hearing. He had already served the maximum six-month detention allowed for misdemeanor suspects, after which only those found guilty of adultery or theft can be kept in custody.
Despite the Minya court’s July 20 order to release Hegazy, State Security Investigation officials in Cairo intervened, transferring him the next day to Tora Prison to face separate charges of "insulting Islam" filed against him five years ago. No trial date has been set regarding these charges of alleged blasphemy for having left Islam.
Ghobrial said he is hopeful the judge presiding over the Nov. 16 hearing will follow Egyptian procedural laws and overturn Hegazy’s conviction from lack of evidence, as well as the incorrect handling of his initial arrest. When it comes to misdemeanors, he said, "the police are not allowed to arrest someone without written permission from either a penal court or the district attorney." No such warrant was obtained to authorize Hegazy’s arrest.
Mohammed Ahmed Hegazy; taken August 2007Mohammed Ahmed Hegazy; taken August 2007
World Watch Monitor
In the arrest report, police officer Amr Hassan identified Hegazy as "a converted person" who had reportedly come to Minya "to cover the sectarian strife and the persecution of Christians."
Hegazy’s lawyer has been denied prison access to Hegazy several times. During his last visit at the end of October, the jailed Christian, who took the name Bishoy Armiya Boulos after his baptism, told Ghobrial that he is still being tortured and beaten by guards and police officials at the Tora Prison.
Prison authorities have ignored Hegazy’s written requests to be allowed to have a Bible to read, and to be served Christian communion by a clergyman, as permitted on a weekly basis for Coptic Christian prisoners.
Given the sensitivity of any case involving a Muslim who has converted to Christianity, the lawyer said, "No human rights groups in Egypt have been seriously following Hegazy’s current cases."
Redefining ‘absolute’ religion freedom
Seven years ago, Mohammed Hegazy was the first Egyptian citizen to attempt a legal change of his religious identity from Muslim to Christian. In Egypt, government-issued identity cards include a required notation of the person’s religion. Changing the notation to "Islam" is a simple administrative procedure; asking the government to approve a Muslim’s request to change to a different religion is unprecedented. Hegazy took his request to court.
Then 24 years old and married to another convert from Islam, Hegazy told the international press that his motive was simple: he and his newly pregnant wife Zeinab wanted the right to practice their Christian faith openly, and to bring up their children as Christians.
When the news went public in Egypt in August 2007, Hegazy was targeted by furious Muslim clerics, lawyers and journalists, demanding his execution as an apostate from Islam. For months afterwards, his name hit the headlines repeatedly, and his court case filed with the Interior Ministry came under heated public debate on television.
The couple was forced into hiding, and within a few months, mobs attacked and vandalized their home, throwing out their belongings onto the street and setting them afire.
When Hegazy’s case came to a Cairo court in January 2008, brawls broke out in the courtroom. Some 20 lawyers attacked his attorney, shouting that Hegazy’s conversion was evidence of widespread attempts to "Christianize" Muslim Egypt. The hearing was so controversial that Hegazy himself did not attend in person.
The fierce opposition did not surprise him. Several times after his conversion as a teenager, when he began to read the Bible and other Christian literature, he had been arrested and beaten by police in Port Said, and in 2002 the authorities sent him to a camp for 10 weeks of re-indoctrination into Islam.
Although several Western embassies offered Hegazy asylum, he declined, refusing to leave Egypt for his own safety. However, he has since sent his wife and children abroad to live in Europe.
Despite the guarantee of "absolute" religious freedom for its citizens in Article 64 of the 2014 Constitution, Egypt’s laws based on "the principles of Islamic Sharia" fall short of international standards.
Although Egypt has signed the International Covenant on Civil and Political Rights, which defines changing one’s religion or convincing others to do likewise as a basic right, Muslim citizens are denied this legal option. Non-Muslims, by contrast, can easily convert to Islam with the full cooperation of police and judicial authorities.
=====================
L’ideologia del gender arriverà nelle classi italiane e il ministero sta a guardare. «ب inaccettabile»
dicembre 9, 2014 Francesco Amicone
Cosى i movimenti Lgbt tornano all’attacco delle scuole italiane con il loro cocktail educativo sul sesso senza differenze. Il ministero non alza un dito, ma alcune associazioni non ci stanno
Demontrators hold a rainbow flag as they
Si tratti di discriminazioni o di sessualità, l’agenda politica delle associazioni Lgbt pare destinata ad assurgere al rango di materia scolastica. Anche in Italia il cocktail educativo a base di “orientamenti sessuali” e “studi di genere” esce dalla nicchia e diventa prodotto sempre più diffuso nelle scuole, somministrato a infanti e adolescenti con un’altra etichetta e, spesso, all’insaputa delle famiglie. La novità degli ultimi mesi è che la pedagogia Lgbt, finora lasciata in balia delle scelte dei singoli istituti e dell’Unar, ufficio antidiscriminazioni razziali, sta ottenendo perfino la benedizione del ministero dell’Istruzione.
L’ultimo caso a far discutere è stato un corso di formazione, organizzato settimana scorsa, «per la prevenzione e il contrasto delle discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere», destinato agli alti dirigenti scolastici e promosso dallo stesso ministero dell’Istruzione insieme all’Unar. Nel convegno di due giorni si è parlato di bullismo, stereotipi, popolazione omosessuale in Italia, e di «buone pratiche» delle associazioni Lgbt nelle scuole italiane. Il seminario ha suscitato le proteste del mondo cattolico, dei parlamentari di Nuovo centrodestra e del Forum delle associazioni familiari, che in un comunicato ha denunciato come nel convegno «sono stati coinvolti i partner della Rete RE.A.DY, le associazioni del Gruppo nazionale di lavoro istituito dall’Unar e nessun’altro». Il Forum ha osservato che «nessun esponente dell’associazionismo di matrice non omosessuale è stato convocato, nessun rappresentante delle famiglie o delle associazioni accreditate presso il Miur ha potuto dare il suo contributo».
Anche il sottosegretario all’Istruzione, Gabriele Toccafondi, si è dissociato dall’iniziativa, ricordando che, al di là delle discriminazioni e della violenza, «sul tema dell’educazione alla sessualità il compito primario spetta alla famiglia, e non puٍ essere nessun altro istituto educativo, neppure la scuola, a imporre una sua visione. Tutto ciٍ che viene sottoposto agli studenti deve essere deciso attraverso la collaborazione dei genitori. Stiamo difendendo questo diritto/dovere delle donne e degli uomini italiani senza nessuna difesa partigiana».
Il convegno cade a nemmeno un anno di distanza da quando il ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, aveva promesso di includere nel tavolo di lavoro sulle iniziative anti discriminatorie le associazioni dei genitori. Questo la scorsa primavera, poco dopo il ritiro di alcuni opuscoli sulla tematica Lgbt prodotti da Unar e distribuiti a insaputa del Miur in alcune scuole. In seguito allo stop deciso dal ministero, Giannini aveva promesso di tenere informate sulla questione le associazioni dei genitori e di «agire in modo laico, non ideologico, rispettando tutte le sensibilità presenti, in un confronto il più ampio possibile, aprendo un tavolo con tutte le parti interessate, comprese le associazioni dei genitori e quelle degli studenti».
L’idea di «realizzare una larga condivisione su contenuti e strategie di comunicazione» riguardo a questi temi era stata ribadita dal ministro a maggio che comunque, in un comunicato stampa, aveva specificato che «il contrasto alle discriminazioni, di cui l’omofobia è uno degli aspetti non secondari, si fa anche e soprattutto a scuola. ب fra i banchi – aveva dichiarato – che deve partire l’educazione all’alterità attraverso percorsi didattici e progetti condivisi da insegnanti, famiglie, studenti».
"Family Act", manifestazione in difesa della famiglia organizzata da NCDAltro che condivisione dei progetti
I progetti, perٍ, non sembrano finora godere di una grande condivisione, e vengono proposti in sordina, fin da quando fu proposta la prima strategia nazionale sui temi Lgbt, nel febbraio del 2012, in seguito a circolare interna dell’allora ministro del Welfare, Elsa Fornero, che aveva aderito a un progetto del Consiglio d’Europa denominato “Combattere le discriminazioni basate su orientamento sessuale e identità di genere”. La strategia è stata affidata per decreto a 29 associazioni, tutte rigorosamente Lgbt.
La prassi di promuovere per via amministrativa, in silenzio, l’agenda Lgbt, pare anche un connotato del Miur. Ciٍ è stato confermato da una circolare di inizio novembre, dedicata alla “Settimana contro la violenza e la discriminazione” (in corso in questi giorni), nella quale il ministero dell’Istruzione, invitando le scuole a «promuovere la cultura del rispetto e dell’inclusione», sponsorizza «azioni mirate», in particolare, anche per la lotta alle discriminazioni «sulla base dell’orientamento sessuale e dell’identità di genere». Il Miur sollecita gli istituti scolastici a proporre «opportuni e significativi percorsi di sensibilizzazione, di informazione, di prevenzione e di contrasto», con «adeguati percorsi formativi». In concreto, le scuole devono «mettere a tema, almeno per una settimana nel corso dell’anno scolastico, le iniziative, prevedendo anche percorsi formativi stabili».
La circolare ha spinto alla protesta le associazioni familiari cattoliche, secondo cui la discriminazione è solo un pretesto per portare nelle scuole il tema “gender”, tesi suffragata dalle linee guida prodotte dal Miur e dall’Unar per gli anni 2013-2014, contenute nell’opuscolo Tante diversità, uguali diritti, dalle quali emerge più attenzione alle tematiche sessuali che a quelle discriminatorie. Nel libretto si spiega, fra l’altro, che l’orientamento sessuale «definisce il gruppo di persone in cui è possibile trovare le relazioni romantiche soddisfacenti e appaganti», che «la scuola è il luogo della scoperta del proprio orientamento e della conseguente identità» e che «la consultazione delle associazioni Lgbt è determinante per agire nelle scuole».
La strategia per la “lotta alle discriminazioni” sulla base dell’orientamento sessuale e dell’identità di genere, per il biennio 2014-2015, è ancora più ambiziosa, ed è stata già oggetto di un’interpellanza parlamentare del Nuovo centrodestra. Per capire che, anche in questo caso, il tema della discriminazione è secondario, basta leggere i primi tre punti della strategia in materia di educazione scolastica. Stando alle linee guida, la formazione sui temi Lgbt, rivolta a studenti, insegnanti e personale scolastico (compresi i bidelli), dovrà riguardare, prima di tutto «lo sviluppo dell’identità sessuale nell’adolescente, l’educazione affettivo-sessuale» e la «conoscenza delle nuove realtà familiari».
Non solo si prevede l’accreditamento delle associazioni Lgbt presso il Miur, in qualità di «enti di formazione», ma «la valorizzazione dell’expertise delle associazioni Lgbt in merito alla formazione e sensibilizzazione dei docenti, degli studenti e delle famiglie. Si propone l’integrazione delle materie “antidiscriminatorie” nei curricula scolastici «con un particolare focus sui temi Lgbt», la «predisposizione della modulistica scolastica amministrativa e didattica in chiave di inclusione sociale, rispettosa delle nuove realtà familiari, costituite anche da genitori omosessuali», e infine l’«arricchimento delle offerte di formazione con la predisposizione di bibliografie sulle tematiche Lgbt e sulle nuove realtà familiari, di laboratori di lettura e di un glossario dei termini Lgbt che consenta un uso appropriato del linguaggio».
Sit in in favore della famiglia naturale e della libertà di espressioneLa protesta delle famiglie
Secondo gli interpellanti di Ncd «è intollerabile un indottrinamento degli alunni sin dalla scuola primaria alla teoria del gender, tramite un organismo come l’Unar che non garantisce le condizioni di imparzialità previste dalla legge, con pesanti giudizi negativi sulla religione cattolica, la famiglia e la società e inaccettabili offese contro questi istituti fondamentali nella storia e nella cultura del nostro paese». Per il Forum delle associazioni familiari è «inaccettabile che i genitori debbano avere paura che i loro figli siano indottrinati da un’ideologia nociva per il loro sviluppo senza che il ministro alzi un dito». Fra i gruppi che si battono contro l’introduzione del tema “gender” a scuola c’è anche l’associazione “Nonni 2.0”, che ha chiesto al ministro Giannini la «compresenza delle associazioni dei genitori nei processi educativi che verranno posti in essere dal ministero».
Una associazione di genitori, “Comitato articolo 26”, invece, dopo aver constatato che «l’azione torna a essere ministeriale», ha adottato una soluzione più drastica, consigliando ai genitori di sottoscrivere un modulo per il consenso informato da inviare ai presidi delle scuole dei propri figli. Citando l’articolo 30 della Costituzione e il 26 comma 3 della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo sul diritto-dovere di educazione, i genitori chiedono di ottenere dalla scuola «la notifica della programmazione di ogni lezione, progetto, attività didattica che si tiene dentro e fuori l’istituto, riguardante questioni fisiche e morali connesse con la sfera affettiva e sessuale», comprese quelle a tematiche Lgbt. Senza notifica o senza consenso, i figli dovrebbero poter essere esonerati dalle lezioni.
Leggi di Più: Ideologia del gender arriva nelle classi italiane | Tempi.it
======================
Antonio Socci, 5 dicembre, LEGGETE QUESTA INTERVISTA DA BRIVIDO!!! QUESTO E' L'ORRORE DELL' "ISLAM MODERATO" CHE STA STRAZIANDO ASIA BIBI E TANTI ALTRI CRISTIANI...
PER LEI NESSUNA PAROLA DI CONFORTO DA PARTE DI PAPA BERGOGLIO CHE INVECE NON LESINA ESPRESSIONI AFFETTUOSE AGLI AMICI MUSULMANI CON I QUALI HA PREGATO NELLA MOSCHEA DI ISTANBUL. Ecco alcune perle di papa Bergoglio:
«Condividere la nostra esperienza nel portare questa croce per strappare dai nostri cuori la malattia che avvelena la nostra vita: è importante che facciate questo nelle vostre riunioni. Coloro che sono cristiani lo facciano con la Bibbia e coloro che sono musulmani lo facciano con il Corano. La fede che i vostri genitori vi hanno inculcata vi aiuterà sempre ad andare avanti»
(agli immigrati nella parrocchia del Sacro Cuore di Gesù a Roma, 19 gennaio 2014)
«Vi porgo, infine, i miei migliori auguri e preghiere affinché le vostre vite possano glorificare l’Altissimo e arrecare gioia a coloro che vi circondano. Buona festa a tutti voi!»
(Messaggio ai musulmani per la fine del Ramadan, 10 luglio 2013)
«Un pensiero lo rivolgo ai cari immigrati musulmani che oggi, alla sera, stanno iniziando il digiuno di Ramadan, con l’augurio di abbondanti frutti spirituali. La Chiesa vi è vicina nella ricerca di una vita più dignitosa per voi e le vostre famiglie. A voi: o’scià!» (Omelia a Lampedusa, 8 luglio 2013)
«ed è ammirevole vedere come giovani e anziani, donne e uomini dell’Islam sono capaci di dedicare quotidianamente tempo alla preghiera e di partecipare fedelmente ai loro riti religiosi. Al tempo stesso, molti di loro sono profondamente convinti che la loro vita, nella sua totalità, è di Dio e per Lui. Riconoscono anche la necessità di rispondere a Dio con un impegno etico e con la misericordia verso i più poveri..»
(Evangelii Gaudium, § 252 )
http://www.tempi.it/asia-bibi-gli-sposi-arsi-nel-forno-e-la-storia-del-bicchiere-dacqua-la-legge-sulla-blasfemia-serve-a-perseguitarci#.VIGWFTGG-XU
Kenya. Islamisti giustiziano 36 cristiani. A quattro di loro tagliano la testa. Dicembre 2, 2014 Redazione. Imboscata dei terroristi di al Shabaab che nella notte attaccano gli operai di una miniera. Sono arrivati all’una di notte, li hanno prelevati mentre dormivano nelle loro tende, hanno separato i musulmani dai cristiani e poi hanno sparato alla testa degli “infedeli”, decapitando quattro di loro. Ennesima strage in Kenya ad opera degli islamisti di al Shabaab, il gruppo terrorista affiliato ad Al Qaeda. L’attacco si è svolto nella miniera di Korome a una ventina di chilometri da Mandera sul confine con Somalia ed Etiopia. Ad essere uccisi sono stati trentasei operai, come riferito dalla polizia e dalla Croce Rossa.
Poche ore dopo l’attentato al Shabaab ha rivendicato la sua azione, scrivendo che «quasi 40 crociati keniani sono andati incontro alla loro fine» e promettendo una guerra «senza quartiere, incessante e spietata».
ALTRE STRAGI. Soltanto pochi giorni fa, i miliziani si erano resi responsabili di un altro attacco in un bar a Wajir, dove era rimasto ucciso un uomo e altri dodici feriti. Il mese scorso, nei pressi di Mandera, al Shabaab aveva giustiziato altri 28 non musulmani che viaggiavano a bordo di un autobus. Avevano sparato a coloro che non erano stati in grado di recitare un versetto del Corano.
Leggi di Più: Kenya. Islamisti giustiziano 36 cristiani | Tempi.it
========================
«Il desiderio di Dio è inscritto nel cuore dell'uomo, perché l'uomo è stato creato da Dio e per Dio; e Dio non cessa di attirare a sé l'uomo e soltanto in Dio l'uomo troverà la verità e la felicità che cerca senza posa»
Catechismo della Chiesa cattolica (n. 27)
=================
La storia di Claude Newman, il condannato a morte convertito dalla medaglia miracolosa
La storia di Claude Newman, il condannato a morte convertito dalla medaglia miracolosa
Dio dona a tutti gli uomini la sua grazia e la sua benevolenza. Per farlo si serve sempre, in modo visibile o nascosto, della mediatrice di tutte le grazie, la Madonna. La vicenda, accaduta nel 1944 nel sud degli Stati Uniti, ne è una straordinaria e consolante riprova. Ne fu testimone padre Robert O'Leary SVD (1911-1984), missionario nel Mississippi, che lasciٍ ai posteri una registrazione audio dal titolo: «La conversione del prigioniero Claude Newman». Questa è la storia che raccontٍ.
Claude Newman (1923-1944), un uomo di colore, a soli 5 anni era stato separato dalla madre Floretta e mandato a Bovina, una piccola località a est della città di Vicksburg, in Mississippi. Lى, insieme al fratello più grande, crebbe con la nonna Ellen Newman.
Fin da bambino Claude dovette prender parte al pesante lavoro nelle piantagioni di cotone, dove lavorava anche Sid Cook, l'uomo che nonna Ellen aveva sposato nel 1939. Dopo aver assistito ai continui maltrattamenti e alle percosse che l'amata nonna subiva da parte del marito, il pomeriggio del 19 dicembre 1942 Claude uccise Cook con un colpo d'arma da fuoco. Aveva 19 anni. Cercٍ di fuggire, ma dopo alcune settimane fu arrestato e condannato a morte.
Nel 1943 Claude Newman si trovava in prigione a Vicksburg, in attesa dell'esecuzione. Divideva la cella con altri quattro detenuti. Una sera i cinque conversavano tra di loro quando, in un momento di silenzio, Claude notٍ una specie di fogliolina appesa con una cordicella al collo di uno dei presenti. Incuriosito domandٍ di cosa si trattasse. ll compagno di cella rispose bruscamente: «ب una medaglia». Claude chiese ulteriori spiegazioni. Il detenuto di fronte a lui era cattolico, ma non sapeva spiegare il senso e lo scopo di quella medaglia. Se la strappٍ dal collo e, beStemmiando, la buttٍ ai piedi di Claude gridando: «Su, prenditela!».
Claude, senza dire una parola, raccolse la medaglia miracolosa e, con il permesso delle guardie, se l'appese al collo. Si sentiva attirato da quell'oggetto e lo voleva portare come ornamento.
La stessa notte stava dormendo sulla sua branda, quando all'improvviso fu svegliato da qualcuno che gli aveva toccato il polso. Più tardi raccontٍ a padre O'Leary: «Davanti a me stava la donna più bella che Dio abbia mai creato». Claude, si spaventٍ, non sapeva cosa fare. Ma la Signora lo tranquillizzٍ dicendo: «Se mi vuoi come madre e vuoi diventare mio figlio, fai chiamare un sacerdote cattolico». Dopo di che la Signora scomparve e Claude gridٍ: «Chiamatemi un sacerdote cattolico!».
Cosى padre O'Leary la mattina seguente andٍ da lui. Claude gli confidٍ quanto era accaduto durante la notte. Poi chiese di ricevere un'istruzione religiosa. Il buon padre O'Leary era scettico, ma promise di assolvere a quella richiesta.
Tornato nella sua parrocchia, padre O'Leary raccontٍ al suo parroco l'avvenimento. Il giorno dopo si recٍ puntualmente nella prigione per la prima lezione di catechismo. Lى dovette constatare che Claude Newman non sapeva né leggere né scrivere, perché non aveva mai frequentato la scuola e la sua ignoranza riguardo la fede era ancora piu grande. Non sapeva nulla di nulla. Non conosceva Gesù e sapeva solo che esisteva un Dio.
Cosi Claude venne istruito, ma la cosa sorprendente è che anche i suoi compagni di cella lo seguirono. Dopo alcune settimane, un giorno, durante la catechesi, padre O'Leary disse: «Allora ragazzi, oggi parliamo del sacramento della confessione». Claude subito rispose: «Oh, su questo sono informato! La Signora mi ha detto che noi, quando ci confessiamo, non ci inginocchiamo davanti al sacerdote, ma davanti alla croce di suo Figlio. E quando ci pentiamo davvero dei nostri peccati e li confessiamo, il sangue che Lui ha versato per noi scorre su di noi e ci purifica dai nostri peccati».
Padre O'Leary rimase di stucco. «Oh, non sia arrabbiatol», si scusٍ Claude, «non ho voluto precederla». «Non sono arrabbiato, solo sorpreso. Allora hai visto di nuovo la Signora?», domandٍ il religioso turbato. Ma solo quando i due si ritrovarono per alcuni istanti in disparte, il giovane rispose serio: «La Signora mi ha detto, se lei avesse dei dubbi o delle esitazioni, che avrei dovuto ricordarle la promessa che lei fece alla Madonna in Olanda, nel 1940, mentre era in trincea, e della quale lei aspetta ancora l'adempimento». «Poi», cosi ricordٍ O'Leary, «Claude mi descrisse precisamente in cosa era consistita la promessa. Questo incredibile fatto mi convinse totalmente che, riguardo le apparizioni, Claude stava dicendo la verità».
Ritornato nel gruppo, Claude continuo ad incoraggiare i suoi quattro compagni: «Non abbiate paura della confessione! Davvero voi dite i vostri peccati a Dio e non al sacerdote. Sapete, la Madonna mi ha spiegato: noi parliamo attraverso il sacerdote a Dio e Dio, attraverso il sacerdote, parla a noi».
La settimana dopo padre O'Leary preparٍ per i suoi cinque detenuti catecumeni una lezione sul Santissimo Sacramento. Claude gli fece comprendere che la Madre di Dio lo aveva istruito anche su questo. Con il permesso del sacerdote, iniziٍ a spiegare: «La Madonna mi ha detto che l'Ostia ha solo l'apparenza di un pezzo di pane, ma in verità è suo Figlio. Ella mi ha anche spiegato che Gesù rimane solo per breve tempo dentro di me, come rimase dentro di lei prima della sua nascita a Betlemme. Perciٍ dovrei passare il tempo con lui come ha fatto lei durante la sua vita: amandolo, adorandolo, lodandolo, chiedendo la sua benedizione e ringraziandolo. In quei minuti non dovrei pensare a nessuno e a nulla, ma passare il tempo con lui solo».
Conclusa la catechesi, i cinque ricevettero il battesimo. Era il 16 gennaio del 1944. Quattro giorni dopo avrebbe avuto luogo l'esecuzione di Claude.
Il giorno precedente alla sedia elettrica lo sceriffo Williamson gli disse: «Claude, puoi esprimere un ultimo desiderio. Cosa vuoi?». E lui rispose: «Voi siete tutti agitati. Anche le guardie sono confuse, ma non capite: solo il mio corpo morirà, io andrٍ a stare con Lei. Perciٍ vorrei organizzare una festa». «Cosa intendi?» chiese lo sceriffo. «Un party», rispose Claude con calma. «Potrebbe chiedere a padre O'Leary di organizzare una festa con dolci e gelato e permettere ai prigionieri del secondo piano di muoversi liberamente nella sala principale, in modo che tutti possiamo festeggiare?» «Qualcuno potrebbe aggredire il sacerdote...» avvertى uno dei sorveglianti. Claude si rivolse ai suoi compagni e chiese: «Ragazzi, non lo farete, vero?». Allora il sacerdote andٍ a far visita ad una ricca benefattrice della parrocchia la quale provvide ai dolci e al gelato. Cosi i prigionieri ebbero il loro party.
Alla fine, nella stessa sala, su desiderio di Claude, tutti poterono vivere anche un'ora santa di preghiera. Meditarono la Via Crucis, pregarono per Claude e per la salvezza delle loro anime. I prigionieri ritornarono nelle loro celle e padre O'Leary si recٍ in cappella. Andٍ a prendere l'Eucarestia e fece fare a Claude la Comunione. Poi i due rimasero ancora in preghiera inginocchiati.
Il sacrificio d'amore per un caso disperato
Quindici minuti prima dell'esecuzione, lo sceriffo Williamson salى le scale, correndo e gridando ad alta voce: «Proroga, proroga, il governatore ha data una proroga di due settimane!». Presso gli uffici competenti, lo sceriffo e l'avvocato di zona avevano tentato tutto il possibile per salvare la vita di Claude. Quando ne fu informato, egli cominciٍ a piangere. O'Leary e Williamson pensavano che fossero lacrime di gioia e di sollievo. Ma Claude, singhiozzando, disse: «Voi non capite nulla! Se aveste visto solo una volta il "Suo" volto e guardato nei "Suoi" occhi, non vorreste vivere neanche un giorno di più. Dove ho sbagliato?», chiedeva al religioso, «che Dio mi rifiuta di tornare in patria? Perché dovrei vivere per altre due settimane sulla terra?».
O'Leary ebbe un'idea: ricordٍ a Claude James Hughes, un altro detenuto, che aveva condotto una vita perversa, anch'egli condannato a morte; mentre Claude veniva educato nella fede cattolica, James aveva iniziato a nutrire un profondo odio verso di lui.
«Forse Maria desidera che tu offra questa rinuncia, il non poter essere ancora presso di Lei, per la conversione di Hughes», disse. «Perché non offri a Dio ogni momento lontano dalla Madonna per questo prigioniero, per far sى che non resti lontano da Dio per l'eternità?». Claude fu d'accordo e chiese al suo interlocutore di insegnargli le preghiere necessarie. Per due settimane offrى tutto quello che poté per James Hughes.
Alla fine Cluade Newman fu giustiziato e padre O'Leary commentٍ: «Mai avevo visto prima qualcuno andare incontro alla morte cosi sereno». Anche i testimoni ufficiali e i giornalisti ne furono sbalorditi e non riuscivano a comprendere come il volto di un condannato a morte sulla sedia elettrica potesse esprimere tanta serenità.
Le ultime parole di Claude furono per il religioso: «Padre, mi ricorderٍ di lei e quando avrà un desiderio, si rivolga a me ed io chiederٍ alla bella Signora».
Era il 4 febbraio 1944. La notizia dell'esecuzione di Claude Newman fu pubblicata il giorno stesso sul «Vicksburg Evening News»: «Questa mattina alle ore 7.00, nella prigione federale di Warren, mediante sedia elettrica, si é svolta l'esecuzione capitale di Claude Newman, un uomo di colore di vent'anni. Egli é stato accompagnato da padre O'Leary. Prima dell'esecuzione Newman, che in prigione é diventato cattolico, ha detto: "Sono pronto ad andare!"»
Salvato all'ultimo momento
Tre mesi dopo, il 19 maggio 1944, doveva aver luogo l'esecuzione di James Hughes, l'uomo che aveva odiato profondamente Claude Newman. Padre O'Leary raccontٍ: «Era il tipo più disonesto e immorale che avessi mai conosciuto. Il suo odio contro Dio e contro tutto ciٍ che è spirituale è impossibile descriverlo».
Poco prima di essere accompagnato dallo sceriffo nella cella dell'esecuzione, il medico del carcere chiese a Hughes almeno di inginocchiarsi e di recitare il Padre Nostro. Come risposta, costui, bestemmiando, gli sputٍ in faccia.
Appena Hughs fu fissato sulla sedia, lo sceriffo fece un ultimo tentativo: «Se avesse ancora da dire qualcosa, lo dica ora!». La risposta fu un'altra bestemmia. Ma poi, all'improvviso, ammutolى. Fissando con occhi sbarrati dallo spavento un angolo della stanza, ad alta voce gridٍ: «Portatemi un sacerdote!».
Poiché la legge di Mississippi prescrive la presenza di un sacerdote alle esecuzioni capitali, O'Leary era già nella stanza, ma nascosto dietro alcuni giornalisti, perché Hughes aveva minacciato di bestemmiare Dio, se avesse visto un «pretaccio».
O'Leary andٍ immediatamente dal condannato, il quale gli disse: «Sono cattolico, ma a diciotto anni, per la mia vita immorale, mi sono allontanato dalla Chiesa». Poi tutti uscirono. Rimasero solo il sacerdote e il prigioniero. James Hughes si confessٍ come un bambino, con profondo pentimento.
Quando tutti rientrarono nella stanza, lo sceriffo domandٍ con curiosità: «Padre, cosa ha provocato il cambiamento di Hughes?». «Non lo so», rispose O'Leary. Lo sceriffo si rivolse al condannato: «Cosa ti ha fatto cambiare idea?» «Si ricorda l'uomo di colore, Claude Newman, che non potevo sopportare?», chiese un Hughes totalmente diverso. «Stava qui in quell'angolo e dietro di lui, con le mani sulle spalle di Claude, la Santa Vergine. Poi Claude mi ha detto: "Ho offerto la mia morte in unione con Cristo sulla Croce per la tua salvezza. La Madonna ha ottenuto per te la grazia di vedere il luogo dell'inferno a cui sei destinato, se non dovessi pentirti". E in quell'attimo ho chiesto ad alta voce un prete». Poco dopo James Hughes fu giustiziato. Si era convertito all'ultimo momento.
Antonio Socci pagina ufficiale ha condiviso un link. 3 dicembre CI SONO STATI ANCHE GESUITI CHE NON SONO ANDATI A PREGARE E ADDIRITTURA ADORARE IN MOSCHEA RIVOLTI ALLA MECCA E NEMMENO A FARSI BENEDIRE DA UN VESCOVO ANGLICANO. MA HANNO AFFERMATO E DIFESO LA FEDE CATTOLICA FINO AL MARTIRIO PIU' IMPRESSIONANTE...
http://www.iltimone.org/32497,News.html Viene da inginocchiarsi leggendo la vita di Edmund Campion. Storia di un amore che non è di questo mondo. di Pigi Colognesi
Penso che nessuno quest’oggi [ieri, 2 dicembre, ndr] ricorderà – ed è un significativo indice del fatto che il patrimonio della Chiesa è decisamente più vasto e ricco di quanto abitualmente ci rendiamo conto –, nessuno, dunque, ricorderà che oggi è la festa di sant’Edmund Campion. Io ne ho conosciuto la vicenda leggendo il romanzo storico di Robert Hugh Benson (l’autore dell’indimenticabile Il padrone del mondo) che chiude la trilogia dedicata alle tristi ed eroiche vicende dei cattolici dopo lo scisma anglicano. Il titolo inglese suona Come rack! Come rope!, secca assonanza di due termini che indicano la tortura il primo – si tratta del cavalletto dentato con cui venivano slogate e dilacerate le membra dei processati – e la morte attraverso impiccagione il secondo. «Vieni ruota! Vieni forca!» (cosى il titolo della traduzione italiana) è la frase che Edmund Campion ha pronunciato prima di morire. Non una malsana attrazione verso la morte, ma la certezza che accettarla rappresenta la massima testimonianza possibile a ciٍ che rende autentica, e immortale, la vita.
Edmund Campion nasce nel 1540 in una nobile famiglia inglese cattolica e quando i suoi genitori decidono di passare all’anglicanesimo, anch’egli si adegua per poter proseguire gli studi nella prestigiosa Oxford. Ma quanto più approfondisce la teologia e la storia, tanto più si rende conto che è la Chiesa di Roma che ha conservato il patrimonio autentico del cristianesimo originario. A 29 anni, pur avendo ricevuto promesse di diventare vescovo anglicano, lascia tutto e fugge nella cattolica Irlanda, diventa gesuita e, dopo un periodo a Praga, viene inviato, quarantenne, in Inghilterra. Ovviamente deve esercitare il suo ministero verso i sempre più perseguitati cattolici in modo clandestino. Ma non senza ardimento: fa stampare (strumento tecnologico molto avanzato per i tempi) 400 copie di un opuscolo in cui spiega le contraddizioni dell’anglicanesimo di stato e, addirittura, sfida i teologi fedeli alla regina Elisabetta ad una pubblica controversia. Diventa il ricercato numero uno del Regno e viene arrestato il 16 luglio 1581.
Trasferito alla Torre di Londra, non cede né alle torture né alle lusinghiere proposte della regina stessa. Sale al patibolo il 1 dicembre. Sono storie – il romanzo di Benson, dove si mescolano figure storiche come Campion e personaggi immaginari come il protagonista che ne ripercorre i passi, ce ne fa partecipare con estrema vivezza – che lasciano a bocca aperta per l’enormità delle sfide che questi uomini hanno affrontato e per il coraggio indefettibile che hanno mostrato. Vien subito in mente quanti cristiani sono chiamati oggi, letteralmente, alla stessa dolorosa prova.
Ma in fondo ciٍ che commuove di più non è il coraggio, ma quanto ricordٍ Paolo VI il 25 ottobre 1970 canonizzando padre Campion ed altri 39 martiri dello stesso periodo: «Molto si è detto e si è scritto su quell’essere misterioso che è l’uomo: sulle risorse del suo ingegno, capace di penetrare nei segreti dell’universo e di assoggettare le cose materiali utilizzandole ai suoi scopi; sulla grandezza dello spirito umano che si manifesta nelle innumerevoli opere della scienza e dell’arte; sulla sua nobiltà e la sua debolezza; sui suoi trionfi e le sue miserie. Ma ciٍ che caratterizza l’uomo, ciٍ che vi è di più intimo nel suo essere e nella sua personalità, è la capacità di amare, di amare fino in fondo, di donarsi con quell’amore che è più forte della morte e che si prolunga nell’eternità». L’amore di sant’Edmund Campion.
=============
I cristiani copti? Chi sono?... Solo una leggenda. E così l'Egitto islamico li cancella dai libri di scuola. di Marco Tosatti [[ tutti coloro che, FANNO DEL MALE AI MARTIRI CRISTIANI? sono dentro il complotto per ucidere Israele! ]] Nei libri di storia in uso in Egitto i Copti vengono privati della loro storia plurimillenaria, perché i percorsi scolastici preparati per gli studenti, e naturalmente anche i libri di testo, fanno partire la storia del Paese delle Piramidi praticamente solo dal settimo secolo dopo Cristo, quando cioè le tribù arabo islamiche lo conquistarono sullo slancio delle prime invasioni musulmane. All'epoca l'Egitto era in maggioranza cristiano, e copto. La denuncia viene da un ricercatore musulmano Sayyaed al Qimmi, che la pubblicizza sul suo sito di Facebook., ed è ripreso dal sito “Ereb-Medioriente” specializzato nell’informazione da quella regione. “Il libri di storia islamica – afferma il ricercatore – ritraggono l’Egitto come se fosse una nazione di sole tribù arabe e le vicende riguardanti i copti sono confinate nella leggenda”. Ora i Copti (dal greco Αἰγύπτιος, aigǘptios) documentato sin dall’epoca micenea, sono i discendenti dei più antichi abitanti dell’Egitto, e la loro lingua è una discendente diretta della lingua egizia. E’ chiaro però che se queste radici sono negate e ignorate sin nell’apprendimento di base degli studenti egiziani, ogni genere di ambiguità e forzatura successive sono possibili. Secondo lo studioso questa forma di “negazionismo” vissuto da parte della società egiziana, all’80 per cento musulmana, è una componente importante dei problemi vissuti dalla minoranza cristiana, e dell’atteggiamento di persecuzione nei loro confronti; anche a livello ufficiale.
Ricorda "Ereb-Medioriente" che “Ad oggi i copti sono emarginati sia dalla vita politica che da quella intellettuale e per loro è praticamente impossibile costruire e a volte anche restaurare le loro chiese. Per costruire un edificio cristiano è necessaria un’autorizzazione dell’ufficio presidenziale e spesso anche tali documenti non sono sufficienti per le autorità locali, che invece consentono la costruzione di moschee, anche in aree proibite. Secondo al Qimmy, l’Egitto è entrato nel 21mo secolo, ma la società e le autorità utilizzano ancora una mentalità arretrata per rapportarsi con i cristiani.